Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Di-Maio-Chi-rema-contro-M5S-puo-anche-andarsene-8044d348-76fa-4110-984b-757b844737eb.html | rainews/live/ | true
POLITICA

"Il Mose è nato vecchio ma va terminato"

Di Maio: "Chi rema contro M5S può anche andarsene"

"Chi di fronte alle vittime di Venezia e al dramma dell'Ilva preferisce guardarsi gli affari suoi, conosce la strada. Il movimento non lo piangerà", ha scritto il leader M5S su Facebook

Condividi
"Chi di fronte alle vittime di Venezia e al dramma dell'Ilva preferisce guardarsi gli affari suoi, conosce la strada. Il movimento non lo piangerà". Così il capo politico del M5s, Luigi Di Maio, in un post su Facebook dove aggiunge che il Movimento "è un'altra cosa, si occupa dei problemi delle persone, il Movimento è quella forza politica - lo ricordo per chi non l'avesse ancora capito - che taglia le poltrone in parlamento, che non prende tangenti sulle opere pubbliche e che quando fa una scelta di politica economica, la fa pensando all'ambiente e alla salute di tutti noi. Tutto questo - spiega - si ottiene lavorando ogni giorno a testa bassa, non alimentando retroscena su qualche giornale compiacente". E infine aggiunge: "Chi di fronte alle vittime di Venezia e al dramma dell'Ilva preferisce guardarsi gli affari suoi, conosce la strada. Il movimento non lo piangerà".

Mose è nato vecchio ma va terminato
L'Italia e Venezia stanno "vivendo ore drammatiche" e "questo è il momento di stare vicino ai veneti, ma non possiamo far finta di non vedere che qualcuno ha delle colpe e chi ce le ha deve pagare. Non possono essere sempre i cittadini a pagare il conto degli errori politici", dice poi Di Maio, che continua: opere come il Mose sono "nate vecchie e infarcite di tangenti e corruzione" ma "ora, benché non sia la migliore soluzione possibile, va terminata al più presto per proteggere Venezia subito".