Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Ebola-morto-missionario-spagnolo-curato-col-siero-ZMapp-Oms-oltre-1.000-vittime-6584d931-e465-43f9-8296-60c1c053e9c9.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il virus killer

Ebola, è morto il missionario spagnolo contagiato in Liberia. Oms: "Oltre 1.000 vittime"

Il siero americano si era rivelato invece efficace sui due sanitari contagiati in Liberia ed evacuati negli Usa. L'Organizzazione mondiale della sanità nel suo ultimo bilancio parla di 1.013 decessi e di 1.848 casi censiti

Condividi
Ebola (Ap)
Roma
Miguel Pajares, il 75enne missionario spagnolo che aveva contratto ebola in Liberia, è morto questa mattina alle 9,30 nell'ospedale di Madrid dove era stato ricoverato. Lo riferisce El Pais. Il sacerdote è deceduto nonostante avesse ricevuto il siero ZMapp statunitense che finora si è rivelato efficace sui due sanitari americani evacuati negli Usa, dopo essere stati a loro volta contagiati in Liberia. Altri due sacerdoti, suoi compagni di missione, erano morti negli ultimi giorni a Monrovia. 

Oms: "Oltre 1.000 vittime"
Intanto ha superato i mille morti il bilancio dell'epidemia di Ebola che ha colpito l'Africa occidentale. Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), precisando che i morti sono in totale 1.013. I Paesi coinvolti sono Guinea, Liberia, Sierra Leone e probabilmente anche Nigeria, dove finora sono stati registrati 10 casi, due dei quali si sono conclusi con la morte delle persone contagiate. Le autorità hanno registrato in totale 1.848 casi fra sospetti, probabili e confermati. L'epidemia è stata individuata per la prima volta a marzo in Guinea, ma probabilmente era cominciata alcuni mesi prima. Il nuovo bilancio fornito dall'Oms include i dati del periodo compreso fra il 7 e il 9 agosto, nel quale sono morte 52 persone e sono stati individuati altri 69 contagiati. 

Non c'è vaccino: solo un farmaco in sperimentazione 
Il virus Ebola porta febbre alta, vomito e perdita di sangue. È mortale e non esiste alcuna cura o vaccino autorizzato per la malattia. ZMapp - prodotto dalla casa statunitense Mapp Biopharmaceutical - è ad oggi l'unico farmaco sperimentale che ha avuto successo sulla malattia: è stato usato sui due americani infettati ed evacuati dalla Liberia. Il terzo curato con questo medicamento, il missionario spagnolo, è invece purtroppo morto in mattinata. Oggi il governo della Liberia ha fatto sapere di avere ricevuto alcune dosi del farmaco in via di sperimentazione. La società ha però avvertito di avere esaurito le scorte di ZMapp.

Produttori ZMapp: "Dosi inviate in Africa esaurite"
La società farmaceutica produttrice del farmaco ZMapp ha fatto sapere di avere spedito tutte le dosi disponibili in Africa occidentale. Mapp Biopharmaceutical ha poi aggiunto che il farmaco "è stato fornito gratuitamente in tutti i casi". Questo medicamento, messo a punto in collaborazione con una società canadese, viene elaborato a partire da foglie di tabacco, ed è difficile al momento produrlo su vasta scala.

Siero dagli Usa per i medici liberiani infetti
La Liberia, colpita dall'epidemia, ha annunciato di avere ricevuto, su sua richiesta, una promessa da parte degli Stati Uniti di una consegna di campioni del siero sperimentale già somministrato a due cittadini americani infettati, destinato "al trattamento dei medici liberiani attualmente infettati" e che ha dato in passato risultati positivi sulle scimmie. L'accordo sarebbe stato stretto a seguito di una richiesta fatta dalla presidente liberiana, Ellen Johnson Sirleaf, l' 8 agosto al suo omologo americano Barack Obama.