Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Egitto-primo-ministro-si-scusa-per-morte-12-turisti-1c18aa12-d5f0-4f5f-80f1-8113f6bbfba7.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'errore nel corso del blitz anti Isis

Egitto, il primo ministro si scusa per la morte dei 12 turisti. Otto sono messicani

In una telefonata il primo ministro Ibrahim Mahlab si è scusato con l'ambasciatore messicano al Cairo Alvarez Fuentes. "L'ho rassicurato sul fatto che i feriti stanno ricevendo le adeguate cure e che il governo si scusa per quanto accaduto" avrebbe detto Mahlab, secondo quanto riporta il sito Al-Yawm al-Sabi.

Condividi
L'Egitto si scusa per la morte di 12 turisti, 8 messicani e 4 egiziani, uccisi per errore durante un blitz anti terrorismo dell'esercito. Altre 10 persone sono rimaste ferite. Secondo un funzionario del turismo il gruppo avrebbe avuto l'autorizzazione a transitare in una zona remota del deserto occidentale, ma il ministro degli Interni insiste sul fatto che sia entrato in un'area a rischio del Wahat.

I turisti erano a bordo di quattro fuoristrada. Le forze di sicurezza egiziane hanno aperto il fuoco scambiandoli per i miliziani dell'Isis, che domenica mattina avevano rivendicato un agguato alle truppe del Cairo.

L'Egitto da anni sta cercando di contenere le fazioni estremiste attive nel paese, i cui attacchi sono aumentati dal 2013 con l'estromissione dal potere del presidente islamista Mohamed Morsi.

In una telefonata il primo ministro Ibrahim Mahlab si è scusato con l'ambasciatore messicano al Cairo Alvarez Fuentes.  "L'ho rassicurato sul fatto che i feriti stanno ricevendo le adeguate cure e che il governo si scusa per quanto accaduto" avrebbe detto Mahlab, secondo quanto riporta il sito Al-Yawm al-Sabi.

La nota del ministero
"Una operazione congiunta di polizia ed esercito - precisa una nota del ministero dell'Interno egiziano citato dal quotidiano Ahram online - era sulle tracce di elementi terroristici nel deserto occidentale, nell'area di Al-Wahat, quando si sono imbattuti per errore in quattro fuoristrada appartenenti a dei turisti messicani in viaggio in una zona proibita. L'incidente - aggiunge la nota - ha provocato la morte di 12 persone e il ferimento di 10 tra messicani ed egiziani, trasferiti in ospedale".  Il ministero non ha precisato quante siano le vittime messicane e quelle egiziane, ma è certo che i viaggiatori avessero con loro delle guide locali.