Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Elezioni-Ostia-si-vota-9-nove-candidati-Giuliana-Di-Pillo-M5S-Athos-De-Luca-Pd-Monica-Picca-Centrodestra-Luca-Marsella-CasaPound-Eugenio-Bellomo-SU-Giovanni-Fiori-Franco-De-Donno-Andrea-Bozzi-Marco-Lombardi-81189777-9225-4015-9c31-a283c1e2776e.html | rainews/live/ | true
POLITICA

X Municipio di Roma

Ostia ha votato. Nove i candidati, incognita affluenza

Alle 23 il dato sull'affluenza alle urne per le elezioni a Ostia è stato del 36,15%, quasi 20 punti in meno del 2016. Il X Municipio di Roma è andato al voto dopo quasi due anni e mezzo di commissariamento per infiltrazioni mafiose. Quasi 2 elettori su tre sono rimasti a casa

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea
Ostia ha scelto il suo nuovo "mini sindaco" fra nove candidati. Le urne si sono chiuse alle 23 ed è cominciato subito lo spoglio.

In corsa per la presidenza del x Municipio Giuliana Di Pillo del Movimento 5 Stelle, Athos De Luca per il Partito Democratico, Monica Picca per il Centrodestra, Luca Marsella per CasaPound, Eugenio Bellomo per Sinistra Unita, Giovanni Fiori per il Partito della Famiglia e i candidati civici don Franco De Donno (Lista civica Laboratorio civico X), Andrea Bozzi (liste Ora e Un sogno comune)  e Marco Lombardi (Noi del X Municipio). Gli aspiranti consiglieri sono 371.

Ostia esce da un commissariamento per infiltrazioni di mafia durato quasi due anni e mezzo.

Alle 23 il dato sull'affluenza alle urne è stato del 36,15%, quasi 20 punti meno rispetto al 2016. 
Sul totale dei 185.661 aventi diritto nelle 183 sezioni allestite hanno votato in 67.125. In pratica quasi 2 elettori su tre sono rimasti a casa. Seggi quindi, quasi disertati.
Rispetto alle elezioni comunali del 2016, quando il municipio era commissariato per mafia, nel territorio municipale l'affluenza era stata del 56,11%.  Alle municipali del 2013 l'affluenza era stata del 52,8%.

Gli elettori chiamati alle urne, come detto, sono stati 185.661 su una popolazione di poco meno di 250mila abitanti, in un territorio che si estende dall'Eur fino al mare, comprendendo quartieri come Acilia, Castel Porziano, Infernetto, Dragona, Malafede e Casal Palocco. 

Numerose sono state le segnalazioni di allagamenti e traffico in tilt a Ostia: il maltempo non ha facilitato le operazioni di voto nel X Municipio e ha reso le strade impraticabili. Gli allagamenti in diversi quartieri hanno impedito alle persone di uscire di casa, di spostarsi e di raggiungere i seggi elettorali in molti dei quali è stato impossibile o molto difficoltoso l'accesso. E' stato chiesto alla sindaca Raggi di intervenire immediatamente per consentire ai cittadini di esercitare il diritto al voto.

Le operazioni di voto comunque, hanno confermato dal X Municipio, si sono svolte regolarmente. Unica eccezione è stata in mattinata il Liceo Classico 'Anco Marzio' al Lido di Ostia dove ha votato il candidato presidente di Casapound, Luca Marsella seguito da un codazzo di giornalisti, fotografi e da un gruppo di militanti. La presidente del seggio ha contattato la Polizia.
Gli agenti le avrebbero detto che avrebbe dovuto interpellare il Gabinetto del Sindaco per richiedere l'autorizzazione a far entrare i fotografi nel seggio e a quel punto la presidente avrebbe deciso di non rivolgersi all'amministrazione e lasciare quindi i giornalisti fuori. Nelle sezioni degli altri candidati presidenti è stata consentita invece l'entrata ai giornalisti e fotografi a 'discrezione del presidente del seggio', per le immagini di rito tranne che per il candidato civico Andrea Bozzi che ha votato nel seggio elettorale di Via delle Rande.