Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Farnesina-liberati-i-due-tecnici-italiani-rapiti-in-Libia-b34d6187-a7cc-49bf-8468-12fd8aa0d37d.html | rainews/live/ | true
MONDO

Francesco Scalise e Luciano Gallo

Libia, liberati e già in Italia i tecnici italiani rapiti a gennaio. Bonino: "Grande soddisfazione"

Sono rientrati oggi in Italia. Il ministro degli Esteri, Emma Bonino: "Provo grande gioia e soddisfazione"

Condividi
Sono rientrati a Roma con un Falcon 900, Francesco Scalise e Luciano Gallo, i due operai edili italiani liberati in Libia. 
Erano stati rapiti a gennaio da un gruppo armato nei pressi del villaggio Martuba, tra Derna e Tobruk, nella Cirenaica. Si trovavano nel Paese nordafricano da cinque mesi per eseguire dei lavori con una società edile che si occupa di grandi opere pubbliche. 

La gioia del ministro Bonino
"Provo grande gioia e soddisfazione per la liberazione di Francesco Scalise e Luciano Gallo". Così si è espresso - come si legge in una nota diffusa dalla Farnesina - il ministro degli Esteri, Emma Bonino, una volta appresa la notizia della liberazione dei due tecnici italiani. 

L'operazione è frutto di attività congiunte tra Autorità libiche e italiane e dell'azione di coordinamento svolta tra Unità di Crisi, Ambasciata e altri organi dello Stato. "Desidero esprimere un sentito ringraziamento - prosegue il Capo della Diplomazia italiana - a tutte le donne e gli uomini della Farnesina e delle altre Istituzioni che hanno consentito di giungere a un esito favorevole della vicenda in un contesto ambientale difficile".