Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Formula1-Verstappen-vince-il-GP-di-Abu-Dhabi-e-il-titolo-mondiale-8a8c5635-46ae-484f-a73b-7cc9196b5ca7.html | rainews/live/ | true
SPORT

La corsa dei colpi di scena

Formula1, Verstappen vince il GP di Abu Dhabi e il titolo mondiale

Il pilota olandese ha superato all'ultimo giro Lewis Hamilton tagliando per primo il traguardo e laureandosi campione del mondo. La Fia respinge i due reclami presentati dalla Mercedes, ma la scuderia annuncia appello

Condividi
Max Verstappen è il nuovo campione del mondo di Formula 1. Il pilota olandese della Red Bull ha vinto il GP di Abu Dhabi e il suo primo titolo mondiale. Secondo è giunto Lewis Hamilton su Mercedes. 

Gara pazzesca
Verstappen ha vinto al termine di una gara pazzesca, dominata da Hamilton prima di essere infilato all'ultimo giro dall'olandese solo grazie alla Safety Car entrata in pista a cinque giri dalla fine per l'incidente a Latifi. Il britannico, che a quel punto aveva undici secondi di vantaggio sul rivale ed era proiettato al successo finale, ha visto perdere tutto il vantaggio complice anche la decisione della direzione di gara che ha permesso a tutte le vetture di sdoppiarsi. Verstappen a quel punto ha cambiato gomme, si è infilato negli scarichi del pilota Mercedes e lo ha infilato all'ultimo giro. Sul podio Hamilton e la Ferrari di Sainz. Leclerc chiude decimo. Verstappen è il primo campione del mondo per l'Olanda. Per lui è la ventesima vittoria in carriera. 

La corsa
Partenza fulminante di Lewis Hamilton che brucia Verstappen già nei primi metri di gara. L'olandese si infila all'interno di Hamilton e il britannico è costretto ad allargare la traiettoria per evitare il contatto. Hamilton rientra al comando passando completamente fuori dal tracciato ma i commissari non rilevano irregolarità. Dietro ai due rivali ci sono Perez e Sainz. Hamilton  guadagna fino a tre secondi sul rivale nei primi dieci giri mentre Verstappen comunica via radio qualche problema con le gomme posteriori. Al 12esimo giro l'olandese perde ormai un secondo a giro da Hamilton (-4") e non riesce nemmeno a guadagnare su Perez alle proprie spalle. Verstappen rientra al giro 14, Hamilton un giro dopo per montare la gomma bianca e copiare la mossa di Verstappen.

Al 16esimo giro Perez guida la gara con nove secondi su Hamilton. Al giro 20 sorpassi e controsorpassi tra Hamilton e Perez col messicano che riesce a rimanere al comando anche per frenare l'inglese e permettere a Verstappen di risalire. La difesa strenua di Perez fa guadagnare cinque secondi al compagno di squadra che intravede la possibilità di agganciare i due davanti e quando Hamilton passa Perez ha solo 1" di vantaggio su Verstappen che passa agevolmente il compagno e si trova a 2" dal rivale al giro 23. Terzo Bottas con 8" su Perez rientrato ai box.  Raikkonen chiude con un incidente l'ultimo Gran Premio della propria carriera. Fuori anche Russell per un problema al cambio mentre Hamilton gestisce 3" di vantaggio su Verstappen. Sainz settimo, Leclerc nono.

Al giro 31 la top ten recita Hamilton, Verstappen, Perez, Alonso, Gasly, Sainz, Norris, Leclerc, Bottas e Tsuonda. Incidente per Giovinazzi, Virtual Safety Car. Verstappen si ferma ai box. Lewis Hamilton resta fuori. Fuori anche Perez con Hamilton che ha alle spalle le due Red Bull con gomme più fresche. Sono 17" i secondi di vantaggio del britannico. Parte la caccia e Verstappen riduce a 11" il distacco al giro numero 51. Al giro 53 Latifi a muro: Safety Car in pista. Verstappen rientra ai box e monta la gomma rossa. Hamilton non ha margine e resta davanti senza rientrare ai box. La direzione di gara cambia idea due volte. Alla fine le vetture doppiate possono sdoppiarsi e Verstappen torna negli scarichi di Hamilton. All'ultimo giro Verstappen passa Hamilton ed è campione del mondo.

Verstappen: "Mondiale pazzesco, vincerlo una follia"
"E' una vittoria incredibile, ci ho provato per tutta la gara, ho avuto l'opportunità all'ultimo giro. Ho anche un crampo, è una follia tutto ciò, non so cosa dire. Ringrazio i ragazzi del team, lo meritano: mi è piaciuto lavorare con loro. E' davvero pazzesco, sono felicissimo. Ringrazio Christian Horner ed Helmut Marko che mi hanno dato fiducia, l'obiettivo era di vincere Mondiale e ci siamo riusciti". Così il pilota della Red Bull dopo aver vinto il suo primo Mondiale di Formula 1 aggiudicandosi all'ultimo giro il Gran Premio di Abu Dhabi: "Finalmente un pochino di fortuna anche per me, ringrazio anche Perez che ha guidato con il cuore - ha aggiunto l'olandese classe 1997 - Il mio team sa che lo adoro, spero di restare qui per dieci o quindici anni, non ho motivo di cambiare".

La stretta di mano con Hamilton
Superato un momento di sconforto, Lewis Hamilton raggiunge il rivale della Red Bull, con il quale anche oggi ha avuto dei corpo a corpo al limite in pista, e tra i due rivali c'è una stretta di mano che dopo tante polemiche chiude nel migliore dei modi una stagione irripetibile. 

La Fia respinge i due reclami della scuderia Mercedes
i commissari della Fia hanno respinto entrambi i reclami della scuderia Mercedes dopo il termine del Gp di Abu Dhabi, confermando dunque il trionfo di Max Verstappen. I ricorsi riguardavano quanto avvenuto durante il regime della safety car dopo il quale Verstappen, all'ultimo giro, ha superato il britannico. La safety car è entrata in pista dopo un incidente a Nicholas Latifi (Williams) al giro 53. In un primo momento, il direttore di gara, Michael Masi, non ha permesso ai piloti in ritardo - compreso Verstappen che avevano cambiato le gomme - di tornare alle loro posizioni originali, poi ha cambiato idea, con l'olandese che è potuto tornare alle spalle di Hamilton, superandolo poi alla ripresa della corsa. Secondo la Mercedes, però, non tutte le auto sarebbero tornare alla posizione originale al momento della ripartenza, quindi questa non sarebbe stata regolare. 

Dopo i ricorsi bocciati la Mercedes annuncia appello
La Mercedes ha annunciato l'intenzione di presentare ricorso dopo che sono state respinte dai commissari di gara le due contestazioni che aveva depositato al termine del Gran Premio di Formula 1 di Abu Dhabi, che ha incoronato Max Verstappen (Red Bull). L'appello riguarda il modo in cui sono state applicate le regole della safety car a fine gara, nel mirino il direttore di gara Michael Masi.