Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Forse-ho-ebola-e-il-dipendente-ospedale-texano-si-mette-in-isolamento-0d7a7cf9-100f-4aa7-8abb-199c50d47c12.html | rainews/live/ | true
MONDO

Allerta negli Stati Uniti

"Forse ho l'ebola" e il dipendente dell'ospedale texano si chiude in cabina con la compagna

L'uomo era partito domenica per una crociera. Sospettando di aver trattato i fluidi corporei del paziente 'zero' americano, si è messo volontariamente in isolamento

Condividi
Ospedale di Dallas (Foto di Giuseppe Solinas)
Un dipendente dell'ospedale di Dallas in cui fu ricoverato il 'paziente zero' americano che aveva contratto l'ebola si è messo in isolamento su una nave da crociera a scopo precauzionale. L'uomo si era imbarcato domenica per una crociera, approfittando di qualche giorno di vacanza e, pur non avendo avuto alcun contatto diretto con il paziente liberiano morto l'8 ottobre, Thomas Eric Duncan, potrebbe aver trattato i suoi fluidi corporei. 

Nonostante non mostri alcun sintomo della malattia, quando è scoppiata l'emergenza con la scoperta che si erano contagiate due infermiere, l'uomo ha deciso di mettersi volontariamente in isolamento, chiudendosi nella cabina insieme alla compagna. A rendere noto il caso è stato il Dipartimento di Stato americano, spiegando che la nave sta rientrando verso gli Stati Uniti.