Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/G20-Gentiloni-pace-e-sicurezza-condizioni-per-crescita-Africa-da8b8bfb-e070-444b-8857-8e265e7558dc.html | rainews/live/ | true
MONDO

Berlino

G20, Gentiloni: pace e sicurezza condizioni per la crescita dell'Africa

"Promuovere condizioni investimenti privati in Africa. In questa prospettiva presidenze G7 e G20 complementari"

Condividi
La priorità nei paesi africani, è "il miglioramento del contesto per gli investimenti privati". Lo ha detto il premier italiano Paolo Gentiloni a Berlino, intervenendo alla conferenza sull'Africa del G20. "Dobbiamo chiederci come il G20 possa cooperare al meglio per far si che la comunità internazionale possa supportare gli sforzi dell'Africa", ha continuato, nella promozione di uno sviluppo sostenibile. "Questa prospettiva rende complementari le presidenze di quest'anno del G7 e del G20", ha continuato.

L'Africa è "il continente del futuro comune di tutti noi". Ha aggiunto Gentiloni. "Aver messo l'Africa al centro dell'agenda è una decisione molto importante per il G20", ha sottolineato ricordando la posizione assunta dal G7 di Taormina a presidenza italiana. "Dobbiamo accelerare su questa sfida in modo da sottolineare che l'Africa è un continente di straordinarie opportunità e potenzialità", ed quindi necessario "sostenere lo sviluppo, sbloccare le potenzialità dell'Africa e favorire le condizioni per gli investimenti". Serve un "approccio omnicomprensivo" per il continente africano: "Ci sono tante condizioni per lo sviluppo dell'Africa. La pace; la sicurezza; la sfida alla minaccia del terrorismo, perchè senza inclusività economica e sviluppo sostenibile è possibile che ci sia un contributo all'ascesa del terrorismo; il dialogo culturale e sociale, lo sviluppo e la cooperazione. La stabilità dell'Africa ha bisogno di risposte efficaci e del sostegno attivo della comunità internazionale".

Alla Conferenza del G20 sull'Africa Gentiloni si è soffermato sulle strategie per affrontare i fenomeni migratori: "Vi è la questione fondamentale della migrazione, il G20 può rappresentare un forum di discussione molto importante per promuovere 'best practices' e possibilmente elaborare strategie comuni garantendo un valore aggiunto nel promuovere i principi di una responsabilità comune e una condivisione anche degli oneri, come riaffermato nel settembre
2016 a New York". "La Germania e l'Italia - ha aggiunto - stanno fortemente sostenendo questo aspetto. Crediamo che per affrontare con efficacia la questione della migrazione dobbiamo sostenere lo sviluppo sostenibile, incoraggiare gli investimenti nei paesi di origine e di transito, sulla base di partnership specifiche, di accordi ad hoc".