Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/G20-il-premier-conte-a-Buenos-Aires-Condividero-con-leader-mondiali-idea-di-cambiamento-0f416a64-7d0e-4871-a299-0b53ea76c167.html | rainews/live/ | true
MONDO

Argentina

G20, il premier Conte a Buenos Aires: "L'Italia non è un rischio per nessuno"

"Qui in Argentina c'è anche Juncker, lo vedrò, ci vedremo e sarà una occasione per continuare il dialogo" sulla manovra, ha annunciato il premier italiano

Condividi
Il presidente del consiglio Giuseppe Conte, è a Buenos Aires. Nella capitale argentina parteciperà domani e sabato ai lavori del G20, il primo a essere ospitato dalla nazione sudamericana e che per lui segna il debutto nella Regione da leader italiano.

 "L'Italia non è un rischio per nessuno. Il presidente degli Stati Uniti ha citato l'Italia come un Paese in cui investire", ha detto il premier incontrando i giornalisti, commentando l'allarme della Federal Reserve sulla stabilità del Paese. 

"Le reazioni dei mercati non ci lasciano indifferenti, il fatto che lo spread sia ancora alto è una questione che non mi trova distratto. Stiamo lavorando perché questa situazione venga superata, perché si possa abbassare lo spread e realizzare la manovra in un clima di fiducia con i mercati e gli investitori stranieri", ha detto Conte.

"Qui in Argentina c'è anche Juncker, lo vedrò - dice il premier italiano. "Ci vedremo e sarà una occasione per continuare il dialogo" sulla manovra.

"Sono d'accordo con il presidente Mattarella, dobbiamo tenere i conti in ordine, lavoriamo per l'interesse degli italiani, non per compromettere l'interesse degli italiani. È una premura di cui il governo si fa carico", ha sottolineato il premier.

"Noi non scendiamo al di sotto di quelle riforme con cui ci siamo impegnati con gli italiani", ha detto il presidente del Consiglio, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sulle parole del ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, che oggi ha escluso una trattativa con Bruxelles su un taglio del deficit/Pil superiore allo 0,2%. "Non parlo di decimali", ha continuato Conte. "L'interlocuzione è ancora in corso. Potremo recuperare un po' di risorse finanziarie. Il margine di manovra che avrò" sarà quello che userò nei negoziati con i rappresentanti Ue, a cominciare dal presidente della Commissione, Juncker.

Il dialogo con Bruxelles sulla manovra comunque prosegue, e "potremmo ragionevolmente recuperare un po' di risorse finanziarie, ma l'importante è conservare le promesse fatte" agli italiani. le nuove risorse "saranno destinata alla negoziazione con Bruxelles", ha detto il premier, aggiungendo: "Io le utilizzerei per irrobustire il piano per gli investimenti".

Il programma della giornata
L'agenda di oggi prevede, dopo il punto con la stampa, un appuntamento alla Universidad de Buenos Aires, dove riceverà un dottorato honoris causa e terrà un discorso sulla sostenibilità. A seguire, alle 22 italiane, vertice bilaterale alla Casa Rosada con il presidente Mauricio Macri e la comunità italo-argentina e poi tappa al Museo de Bellas Artes dove è esposta la scultura 'Afrodite di Capua' proveniente dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Conte su Facebook: "Condividerò la nostra idea di cambiamento"
"Appena arrivato a Buenos Aires dove, a partire da domani, sarò impegnato con il G20, il summit internazionale che vede coinvolti i venti Paesi più industrializzati al mondo. I temi principali di quest’anno sono particolarmente interessanti: il lavoro del domani, le infrastrutture per lo sviluppo e un futuro alimentare sostenibile. Sarà dunque un’ottima occasione per affrontare alcune tematiche che ci vedono impegnati da vicino in Italia e per condividere con gli altri leader mondiali la nostra idea di cambiamento". Così aveva scritto su Facebook il presidente del Consiglio Conte.  "Nella giornata di oggi sarò prima all’Università di Buenos Aires, dove inaugurerò il Centro di Alti Studi Italo-argentini e a seguire terrò una 'Lectio Magistralis' sul tema delle responsabilità e dello sviluppo sostenibile - aggiunge Conte - Successivamente mi recherò alla 'Casa Rosada' dove avrò un incontro bilaterale con il Presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macri.