Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/G7-Obama-Russia-viola-gli-accordi-presto-nuove-sanzioni-98a3e21c-5868-4257-9698-40c5651db767.html | rainews/live/ | true
MONDO

Germania

G7, Obama: "Russia viola gli accordi, presto nuove sanzioni"

Il presidente degli Stati Uniti attacca Mosca e indica la strada per favorire la crescita dell'economia mondiale: "Creare posti di lavoro"

Condividi
Tempi da guerra fredda soffiano in Germania. Questa volta la folata arriva dal presidente Barack Obama che a conclusione del G7 di Elmau attacca la Russia sugli accordi di Minsk e rilancia: "La Russia sta ancora violando gli accordi sull'Ucraina e se sarà necessario inaspriremo le sanzioni". Resta quindi la questione ucraina uno dei temi principali di politica estera a stelle e strisce, senza dimenticare però l'altro grande problema che Obama affronterà da qui alla fine dle suo mandato: il terrorismo islamico.

Argomento sul tavolo durante il bilaterale con il premier iracheno Haider al Abadi. "L'Isis verrà cacciato dall'Iraq e alla fine verrà sconfitto", nonostante i recenti "passi indietro" sul piano militare nel Paese ha assicurato il presidente Usa, promettendo che Washington continuerà l'addestramento dei militari iracheni per consentire loro operazioni offensive e non soltanto difensive. 

Sul fronte economico poi attenzione massima alla Grecia. "Atene porterà avanti le riforme e tornerà a crescere. Gli Stati Uniti sostengono gli sforzi in atto per una soluzione e per un programma per la Grecia. Tutti avvertiamo un senso di grande urgenza nel risolvere il problema della Grecia" ha detto Barack Obama, sottolineando come Atene "deve essere seria nel fare le riforme". La ricetta per il presidente Obama è la creazione di nuovi posti di lavoro "per sostenere la ripresa dell'economia mondiale". 

Infine una battuta sul caso Fifa e sull'inchiesta partita proprio dagli Stati Uniti: "E' importante per la Fifa operare con integrità. 'Vogliamo che uno sport che sta prendendo piede da noi, sia gestito in modo corretto''.

La risposta russa
Dalla Russia è arrivata una pronta risposta all'affondo di Obama. Il ministero della Difesa russo ha diffuso una nota che non lascia spazio a dubbi di interpretazione. "Ci riserviamo il diritto di  eagire conseguentemente a tutte le iniziative non amichevoli compiute contro di noi dagli Usa" si legge un rapporto sulla strategia di medio periodo da tenere in politica estera.