Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Genova-il-giorno-dei-funerali-di-Stato-per-19-vittime-i-morti-salgono-a-42-a08d9449-327f-44fd-96b3-a3a62d5355b1.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Concluse le operazioni di soccorso e ricerca

Bagnasco: Genova è colpita al cuore ma non si arrende, doverosa giustizia

Concluse le operazioni di ricerca e recupero delle vittime e le ricerche dei dispersi, i vigili del fuoco continuano ad operare per mettere in sicurezza l'area. I morti sono 43. Esequie pubbliche per 19 vittime, molti  hanno deciso di salutare i loro cari in forma privata. Toti: dal governo altri 28 milioni per emergenza. Il ministro Toninelli riferirà lunedì 27 in commissione

Condividi
"Un dolore condiviso da tutta l'Italia, E' una tragedia che ha coinvolto tanti, tutto il nostro Paese. E' una tragedia inaccettabile": il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parla al termine dei funerali di Stato celebrati per 19 delle 43 vittime (accertate) del crollo del Ponte Morandi a Genova.

Il capo dello Stato, dopo aver salutato i familiari delle vittime ha rilasciato alcune dichiarazioni e sollecitato "l'impegno di un accertamento rigoroso e sollecito delle responsabilità" sottolineando "il dovere di assicurare al nostro paese la sicurezza delle strade e dei trasporti. Sono impegni che l'Italia ha per Genova e per l'intero nostro paese". 



Concluse le operazioni di soccorso
Si sono concluse le operazioni di ricerca e recupero delle vittime del crollo del ponte Morandi. I vigili del fuoco, dopo 24 ore di lavoro, hanno infatti concluso l'intervento per recuperare la famiglia Cecala, il papà Cristian, la mamma Dawna e la piccola Kristal. Concluse le ricerche dei dispersi, i vigili del fuoco continuano per ad operare tra le macerie del ponte per mettere in sicurezza l'area e bonificare tutte le zone, per poter escludere definitivamente che vi possano essere altre persone lì sotto che non erano state segnalate da nessuno. 

I funerali
Le esequie si sono svolte in un padiglione della Fiera dove era stata allestita la camera ardente delle vittime i cui famigliari hanno accettato la cerimonia pubblica (venti hanno scelto esequie private). Alla messa, celebrata dall'arcivescovo della città, il cardinale Angelo Bagnasco, hanno partecipato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che in mattinata è stato sul luogo del disastro, i presidenti di Senato e Camera Casellati e Fico, il governo

L'omelia di Bagnasco: squarciato il cuore di Genova, doverosa giustizia
"Il crollo del ponte Morandi sul torrente Polcevera ha provocato uno squarcio nel cuore di Genova. La ferita è profonda" ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, nell'omelia dei funerali delle vittime. Bagnasco ha poi riferito della telefonata fatta da Papa Francesco: "Ieri sera, con una telefonata affettuosa" il pontefice "ha voluto manifestarci la sua prossimità". "Sappiamo che qualunque parola umana, seppure sincera, è poca cosa di fronte alla tragedia, così come ogni doverosa giustizia nulla può cancellare e restituire". "Alziamo lo sguardo", ha poi esortato Bagnasco rivolto alla folla. "La Madonna Assunta al cielo ci invita anche in questo momento guardare in alto, verso Dio, fonte della speranza e della fiducia. Guardando a Lui - ha concluso l'arcivescovo di Genova - eviteremo la disperazione e potremo tornare a guardare con coraggio il mondo, la vita, la nostra amata Città. Potremo costruire ponti nuovi e camminare insieme".



Genoa e Sampdoria ai funerali 
I giocatori di Genoa e Sampdoria sono arrivati insieme ai funerali delle vittime del crollo del ponte Morandi. Sono entrati nel padiglione della Fiera di Genova, dove il cardinale Bagnasco officerà la cerimonia, camminando vicini. Ci sono i presidenti Ferrero e Preziosi e gli allenatori Ballardini e Giampaolo. Le partite Sampdoria-Fiorentina e Milan-Genoa sono state rinviate per lutto. L'arrivo delle squadre è stato accolto da un lungo applauso.

Anche Vertici Autostrade alle esequie
I vertici della società Autostrade per l'Italia hanno partecipato ai funerali di Stato. Nel padiglione Nouvel della Fiera erano presenti il presidente Fabio Cerchiai e l'amministratore delegato Giovanni Castellucci. 

Di Maio: "Ad autostrade mai più la gestione"
"Stai tranquillo, questi i nostri ponti e le nostre strade non li gestiranno mai più". Così il vicepremier Luigi Di Maio ha risposto ad un familiare di una delle vittime del crollo del ponte che gli chiedeva severità verso la società Autostrade. 

Sale a 43 il numero delle vittime
Ed è stato trovato il corpo senza vita di Mirko Vicini, l'ultimo disperso del crollo di ponte Morandi. All'ospedale San Martino è poi morto uno dei feriti. Si tratta Marian Rosca, un autista romeno di 36 anni. Le vittime del crollo sono 43.

Vivo il cittadino tedesco inserito nell'elenco dei dispersi
Albert, il cittadino tedesco che era inserito nell'elenco dei dispersi,  è vivo e sta bene. Questa mattina ha telefonato in prefettura attraverso il numero dedicato rassicurando gli addetti dell'unità di crisi.

Funerali in forma privata per parte delle vittime
Non tutti i parenti delle vittime hanno accettato il funerale di Stato e molti hanno deciso di salutare i loro cari in forma privata. "Sono pochi quelli che aderiscono ai funerali di Stato. Tanti non vogliono fare la passerella, e li capisco. Se invece di spendere i soldi per venire qui li avessero dati a questa povera gente, sarebbe stato meglio". Lo ha detto padre Mauro Brezzo, cappellano dell'ospedale San Martino di Genova, che sta dando conforto alle persone ferite e ai familiari delle vittime. Quanto ai sentimenti "in generale prevale la rabbia" tra le persone, "invece i parenti delle vittime sono in lacrime e in silenzio, vivono solo il dramma".

Lunedì la consegna dei primi alloggi agli sfollati
Lunedì pomeriggio il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti con il sindaco di Genova Marco Bucci consegneranno i primi alloggi agli sfollati del crollo di Ponte Morandi. Alla consegna parteciperanno anche gli assessori di Regione Liguria Marco Scajola e Ilaria Cavo e del Comune di Genova Francesca Fassio.

Toti a fine Cdm: da governo altri 28 milioni per emergenza 
"Avevamo urgenza di aggiornare l'ordinanza con cui è stato decretato lo stato di emergenza per Genova a materie che non vi erano contenute: la viabilità con i trasporti su ruote e su gomma e la consegna delle case per gli sfollati. Le prime spese si aggirano intorno ai 28 milioni di euro che il governo ha riconosciuto e che si aggiungono ai 5 già stanziati precedentemente che ci consentiranno di coprire la fase dell'emeregenza". Lo annuncia il governatore della Liguria, Giovanni Toti, lasciando la prefettura al termine del Consiglio dei ministri. 

Toninelli riferirà lunedì 27 in commissione
Lunedì 27 agosto il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, riferirà alle commissioni competenti e il 4 settembre ci sarà il voto delle risoluzioni in Aula alla Camera sulle comunicazioni del governo. Lo ha deciso - come riferisce il deputato genovese di Possibile, Luca Pastorino, segretario di presidenza per Liberi e Uguali alla Camera - la conferenza informale dei capigruppo che si è svolta a Genova.