Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Giustizia-608-giorni-per-cause-civili-Italia-terzultima-in-Ue-15545d74-0ecd-4342-842b-ce94b4681e34.html | rainews/live/ | true
ITALIA

I dati dell'Unione Europea

Giustizia: 608 giorni per le cause civili, Italia terz'ultima in Ue

L'Italia terz'ultima nella Ue per la durata dei processi civili e commerciali.  Lo indica oggi la Commissione europea nel suo rapporto annuale sullo stato della giustizia 

Condividi
L'Italia resta uno dei peggiori paesi Ue in termini di lunghezza dei processi civili e di natura commerciale. Lo indica oggi la Commissione europea nel suo rapporto annuale sullo stato della giustizia nei singoli paesi Ue.

In media in Italia ci vogliono 608 giorni per chiudere una controversia civile o di natura commerciale, per esempio riguardo a un contratto, segnala il rapporto Ue. Questo dato pone l'Italia al terz'ultimo posto tra i paesi dell'Unione europea che hanno fornito dati, meglio solo di Cipro e Malta.

In Germania la media è di 192 giorni, in Francia di 308 giorni e in Austria di 135 giorni. I tempi della giustizia si sono inoltre allungati in Italia, passando da 493 giorni per risolvere un caso commerciale nel 2010 a 590 nel 2012, per poi aumentare ancora nel 2013 (608).

La Commissione europea ha indicato la lentezza della giustizia commerciale come uno dei punti deboli dell'economia italiana e terrà conto di questi dati nelle raccomandazioni economiche che presenterà a maggio nel quadro del semestre europeo, si legge in una nota dell'Esecutivo Ue.