Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Grillo-subito-al-voto-con-Italicum-5776d0c2-e16e-4926-a12a-75d7d6519f34.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Movimento 5 Stelle

Grillo: subito al voto con l'Italicum

Il leader M5s: "Addio Renzi, ha vinto la democrazia"

Condividi
Beppe Grillo chiede elezioni subito senza cambiare prima la legge elettorale."Addio Renzi" ora, "gli italiani devono essere chiamati al voto al più presto. La cosa più veloce, realistica e concreta per andare subito al voto è andarci con una legge che c'è già: l'Italicum", scrive il leader del M5s suo blog.

"Ha vinto la democrazia"
Il post prosegue: "Evviva! Ha vinto la democrazia. La risposta degli italiani come affluenza alle urne e come indicazione è stata netta. La propaganda di regime e tutte le sue menzogne sono i primi sconfitti di questo referendum. I tempi sono cambiati. La sovranità appartiene al popolo, da oggi si inizia ad applicare veramente la nostra Costituzione. I primi vincitori sono i cittadini che hanno alzato la testa e sono andati a votare in massa fregandosene delle TV e dei giornali per bocciare la riforma costituzionale e chi l'ha proposta senza nessun mandato popolare".
 
"Al voto con l'Italicum e correttivi al Senato"
E sull'Italicum: "Abbiamo sempre criticato questa legge, ma questi partiti farebbero di peggio e ci metterebbero anni legittimando l'insediamento di un governo tecnico alla Monti. Per quanto riguarda il Senato, proponiamo di applicare dei correttivi per la governabilità alla legge che c'è già: il Consultellum. Ci vogliono cinque giornate di lavoro. La nostra proposta a tutti è di iniziare a lavorarci domani e avere la nuova legge elettorale in settimana. Non si può bloccare il Parlamento discutendo una nuova legge elettorale".

"C'è spiraglio per governo M5S"
Il responso del referendum ha dato la carica a Beppe Grillo, che in queste ore ha sentito diversi esponenti M5S raccomandando a tutti l'unità. "Ora avanti compatti, niente scherzi - raccomanda il leader ai suoi - dovete essere uniti, c'è uno spiraglio per andare al governo". E' questo il leitmotiv adottato dal leader 5 Stelle, che ha deciso di non piombare a Roma nell'immediato anche per lasciare spazio ai suoi. Domani ci sarà un'assemblea congiunta dei gruppi parlamentari e c'è chi teme che vengano fuori le divisioni, in un momento in cui invece serve massima unità. Anche per questo Grillo, che tutti descrivono entusiasta, non fa altro che invitare i suoi a rimanere compatti. E si dice convinto che il buonsenso prevarrà sulle distanze emerse. Intanto oggi i deputati 5 Stelle già a Roma si sono dati appuntamento in Sala Tatarella per commentare la vittoria dei no al referendum e fare una preriunione in vista dell'assemblea di domani.