Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Hong-Kong-parla-Joshua-Wong-Noi-ragazzi-siamo-incubo-del-regime-4b689b70-63c9-4175-a5f9-6e093e2ac1e7.html | rainews/live/ | true
MONDO

Intervista a Repubblica

Hong Kong, parla Joshua Wong: "Noi ragazzi siamo l'incubo del regime"

Il 17enne fondatore del movimento che guida le proteste: "La violenza contro opinioni politiche è inaccettabile. Chiediamo di essere ascoltati, non picchiati"

Condividi
Joshua Wong (Lapresse - Kin Cheung)
Hong Kong
"Io non sono un leader. Migliaia di ragazzi di Hong Kong sono come me ed esprimono le loro idee. Questo è l'incubo del potere di Pechino, abituato alla dittatura individuale e al pensiero unico". Questa la posizione di Joshua Wong, studente di 17 anni e fondatore del movimento democratico “Scholarism”, che guida la rivoluzione degli ombrelli ad Hong Kong.

"Anche a Tienanmen si mossero gli studenti" 
Intervistato da Repubblica, Wong sottolinea che "anche nel 1989, a Pechino, si mossero gli studenti. Ci volle oltre un mese per far scendere in piazza Tienanmen pure gli adulti: solo la violenza salvò il regime, ma la giustizia sopravvive al tempo. Presto anche a Hong Kong non si parlerà più solo di un gruppo di ragazzi".

"È solo questione di tempo"
Il leader studentesco si dice ottimista sull’esito delle proteste. "Sono certo - afferma - che è solo questione di tempo. Hong Kong avrà un vero voto a suffragio universale". Per quanto riguarda il capo del governo locale, Leung Chun-ying, secondo Wong “non è più un amministratore credibile e deve farsi da parte”.

"Chiediamo di essere ascoltati, non picchiati" 
Poi attacca Pechino. "La violenza contro opinioni politiche è inaccettabile - aggiunge - come l'imposizione di un regime camuffato da democrazia. A Pechino chiediamo di essere ascoltati, non picchiati”. Wong smentisce inoltre di aver ricevuto aiuti dagli Usa per studiare all'estero: "Si sente da lontano l'odore della vecchia propaganda cinese. La figlia del presidente Xi Jinping studia ad Harward, io non lascerò la mia università di Hong Kong".