Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Immigrazione-esecutivo-Ue-Sulle-quote-spazio-di-discussione-2de97951-4f60-4955-8731-7eb174d53aa3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Ieri il via libera alla missione antiscafisti

Immigrazione, Esecutivo Ue: "Sulle quote spazio di discussione"

La proposta di ripartizione dei richiedenti asilo trova il muro di alcuni paesi, come Francia e Ungheria, e le titubanze di altri. La Spagna ad esempio chiede che vengano rivisti i critiri di assegnazione. La Russia intanto fa sapere che esaminerà attentamente la richiesta Ue all'Onu per una missione in Libia 

Condividi
Roma
Bruxelles al lavoro sull'emergenza sbarchi. Dopo il via libera alla missione antiscafisti, varata ieri dal Consiglio Esteri e Difesa, ora l'obiettivo è raggiungere un'intesa sulle quote di accoglienza dei migranti. Una questione questa che trova il muro di alcuni paesi, come Francia e Ungheria, e le titubanze di altri. La Spagna ad esempio chiede che vengano rivisti i critiri di assegnazione. 

Spazio di discussione comunque ci sarebbe. Lo afferma Natasha Bertaud, uno dei portavoce dell'esecutivo Ue che assicura che sulla proposta legislativa che sarà presentata mercoledì la Commissione Ue "lavora in stretto contatto con gli Stati".

Sulle quote "nessuna incompatibilità tra Francia e Commissione"
"Non c'è incompatibilità tra la posizione" della Francia e quella della Commissione sul meccanismo di ricollocamento temporaneo per i richiedenti asilo assicura ancora la Bertaud. "Su questo la Commissione ha contattato" Parigi - dice - e "può contare sul sostegno".

A Roma il comando della missione
Il comando delle missione sarà a Roma ed è stato affidato all'ammiraglio italiano Enrico Credendino. Per il via libera all'operazione, ha spiegato Mogherini, si dovrà attendere il 22 giugno quando tornerà a riunirsi il Consiglio Esteri, ieri intanto è stata approvata la base legale per la missione. Nel frattempo l'Ue spera che venga approvata anche la relativa risoluzione Onu sul cui testo sta lavorando la Gran Bretagna e che si trovi anche un'intesa con le autorità libiche.

Libia: Russia esaminerà attentamente richiesta Ue a Onu 
Sulla proposta di risoluzione sulla Libia interviene la Russia. "Considerata la nostra esperienza con altre domande al consiglio di sicurezza Onu, esamineremo nel modo più preciso possibile tutte le sfumature" della richiesta di mandato dell'Ue per la missione in Libia contro i trafficanti di migranti "perché non ci sia un doppio senso in quello che può essere dato all'Ue" ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov.