Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Istat-Italia-a-crescita-zero-governo-e-maggioranza-Rallentamento-eredita-di-precedente-governo-576576fd-2340-4bf1-9533-046298949dda.html | rainews/live/ | true
POLITICA

I dati Istat

Istat, Italia a crescita zero. Governo e maggioranza: "Rallentamento eredità di precedente governo"

Stagnazione nel terzo trimestre dopo 3 anni di crescita.  Conte: "Stop congiunturale che riguarda l'intero quadro dell'economia europea. Lo avevamo previsto ma proprio per questo abbiamo deciso di fare una manovra espansiva"

Condividi
Dopo le agenzie di rating arriva l'Istat a mettere in guardia sull'andamento dell'economia: fase di stagnazione dopo tre anni di crescita e il dato innesca la polemica politica, con il governo e la maggioranza che minimizzano o attribuiscono alla passata gestione il rallentamento del sistema Italia.

Il premier Conte dall'India: "Stop congiunturale previsto"
"E' uno stop congiunturale che riguarda l'intero quadro dell'economia europea. Lo avevamo previsto ma proprio per questo abbiamo deciso di fare una manovra espansiva. L'Italia non può andare in recessione, bisogna invertire la marcia ed è per questo abbiamo pianificato una manovra" che "mira a invertire questo trend", dice alla stampa italiana a Nuova Delhi il premier Giuseppe Conte.



M5S: "Eredità del PD"
“I dati Istat sul Pil del terzo trimestre certificano quanto andiamo dicendo da tempo: la manovra del Partito Democratico è recessiva. Chi ha governato sino ad oggi lascia in eredità un Paese con un Pil stagnante, la disoccupazione alle stelle, il precariato diffuso e una fragilità economica frutto di scelte scellerate, fatte di tagli agli investimenti e di indebolimento dei consumi interni. Lo abbiamo sempre detto, anche quando grazie ad una favorevole congiuntura mondiale il Pil era tornato a crescere, anche se in modo modesto, e dalla Commissione Europea ci chiedevano ancora austerità e misure recessive. Oggi l’Istat certifica il fallimento di questi anni”. Lo annunciano i deputati della Commissione Bilancio della Camera del MoVimento 5 Stelle.

Salvini: "Italia rallenta per colpa di chi c'era prima"
"Tu firmi commesse per miliardi in Qatar e poi in Italia c'è il Pd, c'è Renzi che protesta e ti cadono le palle. Hai governato sei anni e non hai fatto nulla se non massacrare gli italiani e ora tu dai lezioni a noi? Ma dove eravate negli anni passati? Gli italiani non sono scemi, se il Pil rallenta perchè quelli che c'erano prima avevano il braccino corto è un motivo in più per continuare con una manovra che faccia crescere l'Italia". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in un video in diretta su Facebook dal Qatar.




Salvini si è poi nuovamente rivolto a Bruxelles dicendo: "dico agli amici di Bruxelles anche qui da Doha, voi scrivete letterine e noi siamo educati e rispondiamo alle letterine, ma in Italia c'è voglia di lavoro e di sicurezza".

Di Maio: "Con la manovra Italia si riprenderà"
Sulla crescita italiana pesa la congiuntura economica internazionale ma il pil si riprendera'. A sostenerlo e' il vice premier, Luigi Di Maio, che ha cosi' commentato i dati Istat che hanno registrato nel terzo trimestre dell'anno una crescita zero per l'italia. "Dal punto di vista internazionale - ha detto - c'e' stata una serie di fattori che incidono sulla congiuntura economica generale. Ma vedrete che con la 'manovra del popolo' non solo il pil ma la felicita' dei cittadini si riprendera'".