Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Karl-Erivan-Haub-il-magnate-tedesco-scomparso-sul-Cervino-Sabato-ultimo-segnale-del-cellulare-12f7e4a9-71d6-416d-a2f2-0c647991e99b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il giallo di Zermatt

Karl Erivan Haub, il magnate tedesco scomparso sul Cervino. "Sabato l'ultimo segnale del cellulare"

L'amministratore delegato del gruppo Tengelmann, uno dei piu' grandi distributori di generi alimentari della Germania che vanta oltre 80mila dipendenti anche in altre nazioni, era partito da solo per effettuare una escursione scialpinistica in preparazione alla 'Patrouille des Glaciers', gara che si svolgera' sulle montagne della Svizzera tra martedi' 17 e sabato 21

Condividi
La macchina dei soccorsi, finanziati anche dalla famiglia, e' in piena attivita' ma la scomparsa del magnate tedesco Karl-Erivan Haub, 58 anni erede del gruppo industriale Tengelmann scomparso da sabato scorso nella zona del Cervino al confine tra Italia e Svizzera, è un giallo. Ad ipotizzarlo e' il procuratore del Canton Vallese, Dominic Lehner che  nel corso di una conferenza stampa ha detto: "Per il momento non si puo' dire se siamo di fronte a un reato o ad un tragico incidente".

La salita sabato in funivia
Karl-Erivan Haub aveva lasciato sabato l'albergo dove alloggiava a Zermatt (Svizzera) poco dopo le ore 8,30 per salire sulla funivia del Piccolo Cervino. L'amministratore delegato del gruppo Tengelmann, uno dei piu' grandi distributori di generi alimentari della Germania che vanta oltre 80mila dipendenti anche in altre nazioni (il gruppo controlla i magazzini Kik e la catena di negozi di bricolage Obi), era partito da solo per effettuare una escursione scialpinistica in preparazione alla 'Patrouille des Glaciers', gara che si svolgera' sulle montagne della Svizzera tra martedi' 17 e sabato 21.

L'ultimo segnale la sera di sabato
Secondo alcune testimonianze l'uomo era partito con un'attrezzatura tecnica da competizione, tuta da gara sottile e giacca a vento. Karl-Erivan Haub sabato pomeriggio attorno alle ore 16 aveva un appuntamento a Zermatt, in Svizzera al quale, però, non si e' mai presentato. L'ultimo segnale che ha emesso il suo telefono cellulare risale alla sera del sabato.

Il fratello: "Siamo preparati"
Il fratello Christian ha scritto un messaggio ai dipendenti del gruppo Tengelmann: "Mio fratello e' un esperto sciatore e alpinista, per questo, nonostante il tempo trascorso, non rinunciamo alla speranza di poterlo trovare. Noi immaginiamo una lunga assenza di mio fratello. Naturalmente la nostra famiglia si e' preparata a una situazione del genere, e quindi l'attivita' del gruppo deve procedere in modo ordinato e tranquillo".