Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/La-Costa-Concordia-lascia-il-Giglio-Gabrielli-canteremo-vittoria-solo-a-Genova-58114e61-33c3-405b-92bf-69d0ddb187ef.html | rainews/live/ | true
ITALIA

A due anni e mezzo dallo schianto, la nave è stata rimossa

Costa Concordia, ore 8:54 la partenza dal Giglio. Gabrielli: "Canteremo vittoria solo a Genova"

Tra sirene di saluto e applausi, il relitto si è mosso e sta ruotando la prua verso est, per poi dirigerla verso Genova. La Concordia si muove trainata da due rimorchiatori oceanici

Condividi
Isola del Giglio
Alle 8.54 la Concordia si è mossa. Trascinato da due rimorchiatori oceanici, il relitto ha iniziato a increspare le acque antistanti all'isola del Giglio. Un movimento prima impercettibile, poi via via più evidente. Fino a che, quando è stato chiaro che tutto stava procedendo come previsto, è scattato l'entusiasmo dei presenti: applausi e suoni di sirene stanno accompagnando il movimento della nave che ruotera fino a posizionarsi con la prua verso Genova. Il relitto verrà ruotato prima di 90 gradi, in modo da 'guardare l'Argentario', e poi di altri 90 gradi per orientare la prua a Nord. La prima manovra consiste nel togliere l'imbracatura che tiene legata la Concordia al Giglio. In questo momento i tecnici stanno togliendo i cavi, in tutto sono cinque, che ancorano il relitto alle torri installate sugli scogli del Giglio. 

Alle 8.30 l'inizio delle operazioni
Le operazioni di controllo sono cominciate alle 6 el mattino. Da mercoledì si è completato il rigalleggiamento della nave lunga 290 metri, costata la vita, col suo naufragio del 13 gennaio 2012, a trentadue persone, trentatré contando Israel Moreno, il sub morto nel gigantesco cantiere sottomarino. L'allontanamento da Giglio Porto è previsto per le 12. Dopo l'ultimo traghetto da Porto Santo Stefano, giunto sull'isola alle 8.30, il traffico è stato interrotto e Nick Sloane, direttore del progetto, ha dato il via alle operazioni.
 
"Tutti a bordo, pronti a salpare"
Sulla Concordia campeggia la bandiera con una 'P' sul sfondo blu che indica "tutti a bordo, pronti a salpare". L'ultimo ok è arrivato mercoledì da Giovanni Lettich, il comandante che per l'appunto il 7 luglio 2005 aveva portato fuori la Concordia fuori dai cantieri di Sestri Levante, appena terminata di costruire da Fincantieri. Lettich ha effettuato il sopralluogo finale e sarà proprio lui a vigilare sul suo "ritorno" a Genova. Se il meteo sarà favorevole, il viaggio finale della Concordia, "scortata" da 14 imbarcazioni durerà cinque giorni.

Gabrielli: "Canteremo vittoria solo a Genova"
"Per il parbuckling (ovvero il raddrizzamento della nave ndr) avevo detto che avevamo vinto il gran premio della montagna più difficile - ha  detto il prefetto Franco Gabrielli -, oggi siamo davanti alla scritta 'ultimo chilometro' e dobbiamo ancora percorrerlo. Solo quando saremo a Genova canteremo vittoria". "Credo comunque – ha concluso - che questa operazione sia anche uno spot per il Paese".

Nick Sloane nella control room
"Sto bene, il tempo è buono e le previsioni sono positive, insomma tutto ok". È fiducioso Nick Sloane, il regista delle operazioni di rigalleggiamento del relitto della Costa Concordia, prima di salire sulla biscaglina che lo porterà alla control room per seguire le operazioni di spostamento della nave dall'Isola del Giglio. Ai giornalisti che gli chiedono se gli mancherà l'isola, Sloan risponde: "Tornerò".