Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/La-crisi-greca-impaluda-le-borse-stabili-spread-e-euro-98ee7928-a18c-49a2-ae39-b967562db39f.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati segnati da incertezza per la crisi greca: borse in ribasso, stabili spread e euro

Positiva l’asta del Bot a 12 mesi: interamente collocata una tranche di 7 miliardi di euro, con i rendimenti in calo allo 0,209% dallo 0,234% dell’asta precedente.

Condividi
di Paolo Gila
L’apertura poco mossa di Wall Street nel pomeriggio (Dow Jones – 0,02% e Nasdaq +0,01%) non ha modificato lo scenario delle piazze azionarie europee, tutte in leggero calo a causa dell’attese del vertice a Bruxelles per decidere le sorti del debito greco.

Ad Atene prevalgono la paura e le vendite, tanto che l’indice Athex 20 perde il 4 e 80%, ma gli altri listini sembrano per il momento reggere al colpo. Milano cede lo 0,40%, in linea con l’andamento di Londra e di Parigi, mentre Francoforte viaggia intorno alla parità.

Sul listino milanese gli acquisti privilegiano alcuni titoli energetici a seguito della bocciatura della Robin Tax da parte della Consulta. Snam Rete Gas e Terna avanzano di oltre il 4%.

Selettiva l’operatività sui bancari, in evidenza Pop Milano (+2%) mentre tra gli assicurativi cede terreno Unipol (-7%). Contrastati gli industriali e i titoli delle società di comunicazione.

Positiva l’asta del Bot a 12 mesi: interamente collocata una tranche di 7 miliardi di euro, con i rendimenti in calo allo 0,209% dallo 0,234% dell’asta precedente.
Lo spread è stabile a 130 punti base con il rendimento del Btp a 10 anni all’1 e 65%, mentre sul fronte valutario l’euro è scambiato contro dollaro poco sopra quota 1 e 13.

(Aggiornamento delle 15:45)