Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Lautaro-Martinez-Romelu-Lukaku-De-Vrij-Conte-Mazzarri-Belotti-306bcea3-9d9c-4adf-937b-899761c873e2.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, tredicesima giornata

Lautaro-De Vrij-Lukaku: l'Inter cala il tris in casa del Torino

Su un campo pesantissimo, i nerazzurri rispondono subito alla Juve vincendo agevolmente in casa granata. Nel 1° tempo le reti dell'argentino e del centrale olandese, nella ripresa chiude la pratica il belga. Padroni di casa pericolosi con De Silvestri e Ansaldi: Handanovic dice no 

Condividi
di Gianluca Luceri
Vinci te che poi vinco io: il testa a testa scudetto procede a forza di ‘botta e risposta’. Così, dopo il tris juventino a Bergamo nel pomeriggio, ecco lo 0-3 serale dell’Inter in casa del Torino. Tutto immutato quindi, con Sarri che resta capolista un punto sopra Conte (35 contro 34).

Complice la pioggia intensa, la gara comincia con dieci minuti di ritardo nel tentativo di dare una sistemata al campo, molto pesante. Malgrado le difficili condizioni del terreno di gioco, al 12’ i nerazzurri trovano già il vantaggio: dopo un rinvio di Sirigu, il colpo di testa di Vecino a centrocampo diventa un assist in verticale per Lautaro Martinez che s’invola a campo aperto (inutilmente rincorso dalla difesa granata, gravemente responsabile per il pessimo piazzamento) e non perdona. Pochi secondi dopo il gol Mazzarri perde anche il suo uomo ‘di punta’, capitan Belotti, out per infortunio: dentro Zaza (13’).

Reazione Toro al 28’ con un doppio sussulto: Handanovic si oppone ad Ansaldi, sul prosieguo pallone a Verdi che di sinistro sfiora il palo (tiro sporcato da Barella). Poi il diluvio, non solo atmosferico: miracolo di Sirigu sulla capocciata ravvicinata di Lukaku (31’), una manciata di secondi e sul cross di Brozovic dalla destra arriva la stoccata vincente di un solissimo De Vrij, appostato sul secondo palo (32’). Al 43’ ripartenza nerazzurra dopo una palla rubata da Lautaro ad Ansaldi, Lukaku serve poi Barella, gran botta e paratona di Sirigu, che evita il peggio. La partita dell’ex Cagliari finisce però subito dopo: problema al ginocchio nell’esecuzione di un colpo di tacco. Al suo posta Borja Valero. Prima dell’intervallo uno strepitoso Handanovic nega l’1-2 a De Silvestri, servito da Verdi.

Ripresa. Subito pericoloso Izzo di testa (48’): sfera vicinissima allo specchio. Al 55’ l’Inter mette il risultato in ghiacciaia: Brozovic appoggia per Lukaku, che in diagonale trafigge l’incolpevole Sirigu. Decima rete in campionato per il belga e questione chiusa all’Olimpico. I granata, con orgoglio, provano comunque a ridurre il passivo: al 66’ Handanovic vola sulla punizione di Verdi, al 69’ sibila sopra la traversa la conclusione di Ansaldi. Nel finale, sfiora la doppietta Romelu Lukaku (83’): fuori di un niente il sinistro incrociato del centravanti nerazzurro. Fine dei giochi e delle emozioni, su un campo ridotto ormai a pantano.