Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Lega-al-Congresso-Bossi-perde-ultimo-potere-2454f3de-bddf-4784-b2c0-494039593399.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Milano

Lega, al Congresso Bossi perde l'ultimo potere

Modifiche allo statuto per il ruolo del presidente federale: non avrà più poteri di veto sui provvedimenti disciplinari

Condividi
Il terzo congresso in 18 mesi per chiudere con il passato. La Lega Nord, che si riunisce a Milano con accesso consentito solo ai delegati, riscriverà lo statuto per adeguarlo alla nuova normativa sul finanziamento ai partiti. In realtà quindi un congresso tecnico, dove non è in discussione la leadership del segretario Matteo Salvini. Anzi sarà il momento in cui il vecchio segreatario e guida storica dei leghisti, Umberto Bossi, vedrà perdere l'ultimo potere che gli era rimasto. E cioè il potere di veto sui provvedimenti disciplinari, l'unico rimastogli dal 2012 quando ha assunto la simbolica carica di predisente federale del partito. 

Quello che riguarda Bossi è l'articolo 14 dello statuto leghista, dove la carica di presidente federale ha un mandato "a vita". Il Senatur non sarà più a capo del Comitato di Disciplina e Garanzia, quello che decide le espulsioni. Al suo posto sarà il segretario, quindi Salvini, a presiedere l'organo interno, con il potere di diritto di veto sulle espulsioni dei militanti con 20 anni di anzianità. L'ultima volta che Bossi ha fatto rientrare un tesserato è stato lo scorso 5 aprile, quando il consigliere comunale di Piacenza Massimo Polledri, noto per i suoi interventi imprudenti sugli omosessuali.

L'altra modifica, che segnerà un altro passaggio epocale per la Lega arriva direttamente dal segretario ed è la proposta di approvare "la costituzione di nuove Nazioni". Un tentativo di allargare l'orizzonte della Lega oltre il Po, con la possibilità di aprire nuove delegazioni regionali, senza che queste rappresentino un movimento autonomista già esistente. Insomma, la Lega si riserverà il diritto di poter ridisegnare le carte geografiche. Per adesso solo dell'Italia.