Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Libano-default-Hassan-Diab-fallimento-obbligazioni-bond-debito-pubblico-0f3cc61f-7283-4a1d-8cca-7ddbbb87a6b5.html | rainews/live/ | true
MONDO

Beirut

Libano, il primo ministro annuncia il default

Governo comunica la sospensione del rimborso di obbligazioni per 1,2 miliardi di dollari 

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea
Il Libano è al default. Il primo ministro Hassan Diab ha annunciato in conferenza stampa, al termine di una riunione dell'Esecutivo, che il Libano ha deciso di sospendere il pagamento delle obbligazioni emesse in valuta estera per un valore di 1,2 miliardi di dollari. La scadenza dei bond è datata 9 marzo 2020.

E' la prima volta nella storia del paese mediorientale che accade una simile circostanza.

Il premier ha spiegato che saranno avviati negoziati per ristrutturare il debito o per la rinegoziazione delle scadenze: "Il Libano sta sospendendo il rimborso del debito del 9 marzo per poter soddisfare le esigenze dei suoi cittadini. Questa decisione non è stata facile. È l'unica soluzione per proteggere l'interesse pubblico, parallelamente al lancio di un piano di riforme globale. La nostra decisione deriva dal nostro attaccamento all'interesse dei libanesi", ha annunciato.

Il mancato rimborso delle obbligazioni avviene in quanto il Libano non è in grado al momento di ripagare i creditori, in tutto o parte, del proprio debito secondo quanto stabilito al momento della sottoscrizione.

La scadenza del 9 marzo è la prima di una serie di tre relative al 2020. Le altre due scadenze sono previste ad aprile e a giugno, per un totale di circa 2,7 miliardi di dollari di capitale e di oltre 2 miliardi di interessi da pagare per tutte le emissioni. Il debito pubblico del Libano ammonta intorno a 92 miliardi di dollari, circa il doppio del prodotto interno lordo.