Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Libia-Ginevra-Onu-ripresa-negoziati-Ghassan-Salame-Sarraj-Haftar-f87d9fc3-0931-439c-a673-88770a4e5301.html | rainews/live/ | true
MONDO

Diplomazie al lavoro

Libia, ripresi i negoziati per decisione concorde tra le parti

Si registrano progressi nei colloqui ripresi a Ginevra tra le parti libiche, lo assicura l'inviato delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamé

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea
L'inviato delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamé, da Ginevra, dove si è recato per i negoziati in corso tra le parti in campo per garantire la tenuta di una tregua al conflitto libico, ha affermato: "La decisione di riprendere i negoziati è stata una decisione libica".

Ghassan Salamé ha rilasciato una serie di dichiarazioni alla tv satellitare al-Arabiya dopo la notizia della ripresa dei colloqui in Svizzera tra le parti libiche.

A una domanda sulle sanzioni per violazioni dell'embargo sulle armi in Libia, Salamé si è limitato a rispondere che si tratta di un dossier "in mano al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite".

Inoltre l'inviato Onu ha evidenziato: "Un accordo per uno scambio di prigionieri è stato raggiunto durante i negoziati intra-libici a Ginevra". 

Per Ghassan Salamé,  "le violazioni della tregua" in Libia "rappresentano una minaccia per il processo di Berlino" avviato con la conferenza dello scorso 19 gennaio. Salamé ha inoltre parlato di "progressi" nelle trattative tra il Gna di Sarraj  e l'Lna di Haftar per "tenere il conflitto al di fuori delle aree residenziali" del Paese.

Sarraj a Istanbul da Erdogan
Si è poi appreso che il capo del Consiglio presidenziale libico, Fayez al-Sarraj, si è recato ad Istanbul dove è impegnato in un colloquio con il leader turco Recep Tayyip Erdogan. La Turchia sostiene il governo Sarraj che dallo scorso aprile combatte per respingere l'offensiva lanciata dal generale Khalifa Haftar per la conquista della capitale Tripoli.

Plauso Usa alla ripresa dei negoziati
Dopo la ripresa a Ginevra dei colloqui tra le parti libiche per arrivare ad un cessate il fuoco duraturo nel Paese travolto dal caos, l'ambasciatore americano Richard Norland  ha elogiato "il Gna e l'Lna per la ripresa dei colloqui nel formato 5+5 a Ginevra", si legge in una dichiarazione diffusa via Facebook dall'ambasciata americana. Norland ha incontrato martedì il generale libico Khalifa Haftar e ieri ha parlato con il capo del Consiglio presidenziale Fayez al-Sarraj per un "resoconto dell'incontro e per discutere delle prospettive di un cessate il fuoco duraturo". L'ambasciatore e Sarraj, conclude la nota, hanno concordato che torneranno "presto" a incontrarsi.