Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Lite-tra-amici-giovane-ucciso-a-coltellate-a-Vercelli-5d564419-90d1-4e6e-9fa6-311ebe8d0165.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Cronaca

Lite tra amici, giovane ucciso a coltellate a Vercelli

I poliziotti hanno accompagnato il presunto autore del gesto e condotto in questura dove è sotto interrogatorio

Condividi
Si chiamava Daniel Napolitano il magazziniere di 24 anni di Vercelli ucciso nella notte al rione Concordia da un amico, un 23enne residente a pochi metri dalla sua abitazione, pare al culmine di una lite. Il corpo della vittima è stata trovato sulle scale al quarto piano del palazzo di via Gramsci 10 dove Napolitano abitava insieme con la nonna. Il 23enne, su cui si concentrano i sospetti degli inquirenti, si trova ancora sotto interrogatorio in questura a Vercelli. 

Secondo le prime ricostruzioni il 23enne ha rincorso il ragazzo per le scale e lo ha colpito con due coltellate, uccidendolo. Poi, forse nel tentativo di disfarsi dell'arma, ha gettato il coltello dalla finestra di casa. L'arma è poi caduta nel giardino del condominio dove è stata ritrovata dalla polizia.

I due giovani, a quanto pare, erano grandi amici, e abitavano a pochi metri di distanza l'uno dall'altro. A lanciare l'allarme alcuni vicini di casa, che hanno sentito delle urla. I poliziotti hanno accompagnato il presunto autore del gesto e condotto in questura dove è sotto interrogatorio.