Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Mafia-Capitale-M5s-no-ingresso-in-Giunta-Marino-Alice-nel-Paese-delle-Meraviglie-3b530b40-d963-4384-b0f7-dc950996333f.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Dopo l'incontro con il prefetto Pecoraro

Mafia Capitale, M5s dice no a ingresso in Giunta: "Marino è Alice nel Paese delle Meraviglie"

Nessun niet da parte di Beppe Grillo, ma il dialogo con il sindaco Marino non è comunque nei programmi dei pentastellati. I consiglieri municipali del movimento invieranno al prefetto la documentazione e le interrogazioni fatte in questi mesi, in particolare sulle municipalizzate 

Condividi
M5s, proteste in Campidoglio
Roma
Nessun niet da parte di Beppe Grillo, ma il dialogo con il sindaco Marino non è comunque nei programmi dei pentastellati. "Marino è Alice nel Paese delle Meraviglie. Noi non appoggiamo gente che fa parte del sistema" ha detto Alessandro Di Battista del M5s, al termine dell'incontro con il prefetto Giuseppe Pecoraro.

I consiglieri municipali del movimento, inoltre, invieranno al prefetto la documentazione e le interrogazioni fatte in questi mesi, in particolare sulle municipalizzate e sui controlli, od omessi tali, sulle società.

De Vito: "No ad ingresso in giunta"
"Escludiamo assolutamente un ingresso in giunta. Il Pd è fortemente coinvolto in quest'indagine e poi soprattutto perché ci troviamo in disaccordo con la maggior parte dei provvedimenti di questa giunta. E quindi non sarebbe serio" ha detto il capogruppo M5s in Campidoglio Marcello De Vito al termine dell'incontro. Il sindaco di Roma Ignazio Marino nei giorni scorsi aveva aperto all'idea di una giunta "di salute pubblica", allargata e di larghe intese, in cui avrebbe potuto trovare posto anche un esponente pentastellato.

M5s: "Prefetto non esclude scioglimento"
"Il Prefetto ha ribadito che il sistema è marcio e che non esclude minimamente lo scioglimento" ha aggiunto Alessandro Di Battista precisando che "in altre parti d'Italia solo per una persona mafiosa c'è stato lo scioglimento. E qui a Roma è incredibile il quantitativo di indagati e arrestati".