Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Maltempo-prolungata-allerta-rossa-in-Liguria-In-Piemonte-torna-l-incubo-alluvione-bf9ce04a-d2b2-4ff3-b272-dbfa73cc6cd0.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Protezione civile: ondata di piena si esaurirà in Piemonte nelle prossime 24 ore

Maltempo, prolungata allerta rossa in Liguria. In Piemonte torna l'incubo alluvione

Il Po straripa ai Murazzi, domani e sabato scuole chiuse in tutto il cuneese. I presidenti delle regioni Piemonte e Liguria, Chiamparino e Toti: "Chiederemo lo stato di calamità"

Condividi
Una pioggia incessante che dura da 48 ore e che potrebbe protrarsi fino al primo pomeriggio di venerdì. E' allerta rossa in Piemonte e Liguria, con lo spettro dell'alluvione del novembre 1994 a turbare le province di Cuneo e Alessandria. Al momento non si sono per fortuna registrate vittime. 

Ripresa la circolazione dei treni sulla linea Savona-Torino 
La circolazione ferroviaria sulla Torino-Savona tra Ceva e San Giuseppe è ripresa dopo alcune ore di stop a causa dell'allagamento della stazione ferroviaria di San Giuseppe di Cairo. 

Il Po esonda a Torino, allagati Murazzi
ll Po è uscito dagli argini a Torino, nella zona dei Murazzi, nel centro cittadino. Lo conferma la Protezione Civile. Anche in altri punti il livello del principale fiume italiano è sotto osservazione per il rischio di esondazioni. La sindaca Chiara Appendino ha firmato un'ordinanza che vieta il transito di veicoli e pedoni e la sosta. Accesso vietato ai pedoni anche al Borgo Medioevale, sulle sponde del Po.  Il fiume - spiega l'Agenzia Interregionale per il fiume Po - supererà la soglia di "criticita' elevata" tra Carignano (Torino) e Casale Monferrato (Alessandria), mentre nel tratto compreso tra Valenza e Isola S.Antonio (Alessandria) raggiungerà la "criticità moderata". Nelle 36 ore la criticità sarà elevata" su tutto il Po piemontese. 




Domani piene ad Alessandria: 'Tanaro entro gli argini'
E' attesa nella mattinata di venerdì la piena del Tanaro ad Alessandria, ma il fiume dovrebbe
restare entro gli argini. E' la previsione fatta alla riunionedi coordinamento, che si è svolta serata in prefettura, seguendoi modelli elaborati da Aipo e Arpa. Il monitoraggio continuerà per tutta la notte. 

Il sindaco di Alba ai cittadini: "restate a casa"
 Il comune di Alba, nel cuneese, consiglia "vivamente ai cittadini di stare in casa, non spostarsi per eventi, incontri, riunioni e nessun altro motivo in serata. I cittadini sono pregati anche di non avvicinarsi e sostare lungo le sponde di argini e torrenti". Il colmo di piena del Fiume Tanaro è prevista entro la notte. Sono chiuse tutte le  scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private  dalle 14.00 di oggi fino a domani compreso. Chiuse anche discoteche e sale da ballo e nel  pomeriggio sono state sospese tutte le attività sportive.

Straripa il Tanaro a Garessio, il sindaco: "Si rasenta l'alluvione del '94"  
Allagato il centro storico di Garessio, dove il fiume Tanaro è esondato. Il sindaco, Sergio Di Steffano: "Abbiamo paura, si sta rasentando la situazione dell'alluvione del '94. "Il fiume Tanaro ha scavalcato il ponte centrale di Garessio, dividendo la cittaàin due . Abbiamo chiuso tutti i ponti, le fabbriche e le scuole. I bar e i negozi del centro sono allagati. La statale che arriva da Ceva è chiusa per frane, siamo isolati a tutti gli effetti. Al momento non risultano incidenti a persone ma la situazione è brutta". In tre giorni nell'alta valle Tanaro sono già caduti 450 mm di pioggia: li ha misurati la rete Arpa (Agenzia Regionale di Protezione Ambientale) alla stazione meteo di Ponte di Nava, a 840 metri di altitudine. Il Tanaro ha raggiunto il livello idrometrico di 4,29 metri.  Alle 12 di oggi sono già caduti, nelle ultime 24 ore, 191 mm di acqua. 

Chiamparino: chiederemo stato di calamità
"Faremo la richiesta di stato di calamità, a cominciare dalla valle Tanaro, dove ci sono persone evacuate, negozi, opifici e campi allagati. I danni sono già evidenti, la situazione è assai critica". Così il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che sta seguendo l'evolversi dalla fortissima ondata di maltempo nella sala operativa della Protezione Civile regionale, a Torino. 




Domani scuole chiuse in tutta la provincia di Cuneo
Scuole chiuse domani a Cuneo. La decisione è stata presa nel corso del Comitato di emergenza con la Protezione civile riunito in prefettura a Cuneo.

Protezione Civile: in Piemonte piena si esaurirà in 48 ore
 In Piemonte "l'ondata di piena si dovrebbe esaurire nelle prossime 48 ore". A dirlo il responsabile della Protezione Civile regionale, Stefano Bovo. "Al momento - spiega - la piena sta scendendo lungo il Tanaro, è all'inizio della valle ed è attesa domani mattina ad Alessandria in concomitanza con la piena del Po che raccoglie le piogge del torinese". Il passaggio della piena è atteso "domani e si dovrebbe esaurire in serata, anche viste le previsioni che parlano di una attenuazione delle piogge". La Protezione Civile mobilita tutti i volontari di Cuneo 

Renzi: apprensione per situazione in Piemonte
"Giornata di apprensione per le notizie che arrivano dal Piemonte. Domani sarò personalmente a
Torino nella sede della Protezione Civile Regionale col presidente Chiamparino". Lo scrive su Facebook Matteo Renzi, che ha rinviato la sua presenza nella città sabauda per un iniziativa per il Sì al referendum sulla Costituzione.


Liguria, prorogata allerta rossa prorogata nel ponente fino alle 12 di domani
La Protezione Civile della Liguria ha prorogato l'allerta rossa per piogge diffuse e temporali fino alle 12 di domani in provincia di Imperia e nella parte occidentale della provincia di Savona. Nel resto della provincia di Savona e in quasi tutta la provincia di Genova, compreso il capoluogo, l'allerta rossa resterà in vigore fino alle 6 di domani. "Le ultime uscite modellistiche -si legge in una nota del centro meteo Arpal- confermano gli scenari delineati con le previsioni
precedenti, aumentando ulteriormente la permanenza delle precipitazioni sul ponente della regione". Intanto nelle province di Imperia e Savona, dove i terreni erano già saturi d'acqua a causa delle forti piogge dei giorni scorsi, numerosi fiumi e torrenti hanno raggiunto il livello di guardia. 

Toti: chiederemo con il Piemonte lo stato di emergenza
Anche la Liguria chiederà lo stato di emergenza per i danni dovuti al maltempo di queste ore sopratutto sul ponente e l'entroterra imperiese e savonese. Lo annuncia il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti che in serata spiega di aver "sentito telefonicamente il presidente della Regione Piemonte Chiamparino" aggiungendo che, ciascuno per il proprio territorio, procederà alla formulazione della richiesta.

Il fiume Roja supera soglia, allarme in entroterra Ventimiglia
Nelle ultime due ore precipitazioni di intensità moderata e forte in Liguria hanno ingrossato i principali bacini dell'Estremo Ponente, in particolare Roja, Nervia, Argentina e Centa, dove i livelli idrometrici hanno raggiunto in più sezioni la soglia di piena straordinaria. Il Roja nella sezione di Airole - nell'entroterra di Ventimiglia - evidenzia un costante innalzamento del livello idrometrico che ha da poco portato al superamento della soglia di allarme.

Albenga, il torrente Arroscia ha rotto gli argini
Il torrente Arroscia ha rotto gli argini ed ha allagato alcune zone tra i Comuni di Ortovero e Villanova d'Albenga, ma la situazione è sotto controllo e il livello del corso d'acqua è in calo. Nell'imperiese il Comune di Armo è isolato a causa di una frana che ha invaso la strada provinciale e preoccupano i piccoli corsi d'acqua, a rischio esondazione. Varie le strade in provincia d'Imperia chiuse per smottamenti e esondazioni: sono la provinciale 3 Mendatica - Cosio di Arroscia (smottamento); la provinciale per Cenova (esondazione), la provinciale 21 di San Bernardo di Conio (smottamento).