Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Mattarella-Auguri-alla-Rai-per-il-suo-servizio-pubblico-punto-di-riferimento-nel-Paese-406824c9-0d04-4f72-82f0-a98266600098.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Verso il rinnovo della Concessione

Mattarella: "Auguri alla Rai, per il suo servizio pubblico, punto di riferimento per il Paese"

Il Capo dello Stato incontra gli allievi delle scuole partecipanti al concorso "Una nuova carta d'identità per la Rai"

Condividi
Roma
"Un augurio alla Rai, per il suo servizio pubblico che nel Paese costituisce un punto di riferimento importante". Con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato al Quirinale una delegazione di studenti delle scuole finaliste del concorso nazionale "Una nuova carta d'identità per la RAI", promosso dalle Associazioni "Articolo 21" ed "Eurovisioni", in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e con l'European Broadcasting Union (Ebu).

Mattarella agli studenti: "E' compito vostro difendere i valori di pace e democrazia"
"La pace e la democrazia sono valori e condizioni che vanno continuamente difese e riaffermate, costantemente rivitalizzate", ha aggiunto il capo dello Stato spiegando ai tanti studenti presenti nel salone delle Feste che questo "è compito soprattutto vostro".

Prima di Mattarella sono intervenuti Renato Parascandolo, coordinatore del concorso, e il presidente della Commissione per la Biblioteca e per l'archivio del Senato, Sergio Zavoli, presidente della giuria del concorso. Quindi, uno studente della scuola primaria San Francesco di Palmi Calabro e una studentessa del Liceo classico Dante Alighieri di Roma hanno letto e illustrato gli elaborati più votati dalla giuria.

Il concorso aperto alle scuole in vista del rinnovo della concessione di servizio pubblico
"Il contesto entro il quale prenderà corpo il dibattito sul rinnovo della Concessione del servizio pubblico alla Rai non avrà a che fare - ha spiegato Renato Parascandolo - con l'angusto oligopolio televisivo degli ultimi trant'annni, ma piuttosto con i nuovo confini tacciati dalla rete che avvolge tutto il mondo".

Un mondo complesso che, ha aggiunto Parascandolo, ha dato l'idea "di coinvolgere gli studenti in una consultazione pubblica organizzata sotto forma di concorso consistente nel riscrivere "la carta d'identità della Rai" in non più di dieci righe".