Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Migranti-Alarm-Phone-56-rischiano-naufragio-nessuno-interviene-9feb29c2-55fd-4ee3-83bd-9b805bce80bb.html | rainews/live/ | true
MONDO

Alla deriva al largo della Libia

Migranti, Alarm Phone: 56 persone rischiano il naufragio, nessuno interviene

"Abbiamo informato le autorità in Libia, Italia e Malta, ma nessuno ha lanciato un soccorso" scrive su twitter la piattaforma che aiuta i migranti nel Mediterraneo. Intorno alle 13, l'ultimo disperato sos dalla barca 

Condividi

"Che cos'altro deve succedere affinché le autorità si prendano responsabilità per la situazione?". Alarm Phone rilancia via social l'allarme per un'imbarcazione in pericolo con 56 persone a bordo. Si tratta di una barca "partita dalla Libia giorni fa", avvertiva un primo tweet nella tarda serata di ieri: "Abbiamo informato le autorità in Libia, Italia e Malta, ma nessuno ha lanciato un soccorso". Con il passare delle ore la situazione, come prevedibile, è peggiorata: "i naufraghi temono di morire e chiedono aiuto. Le persone a bordo dicono che stanno imbarcando acqua".

Intorno alle 13 l'ultimo disperato sos dalla barca: "parlano di diritti umani, ma dove sono? Vi prego, aiutateci!". Alarm Phone assicura di aver informato Eunavfor Med (l'operazione Sophia), Guardia costiera, Guardia costiera francese, forze armate maltesi e "la cosiddetta Guardia costiera libica".