Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Migranti-Ong-Alfano-dice-Il-pm-Zuccaro-ha-ragione-al-100-per-cento-16de17df-1e8a-440c-b0e6-84c49585eaa0.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La polemica

Migranti-Ong, Alfano: "Il pm Zuccaro ha ragione al cento per cento"

"Il magistrato ha posto una questione vera" dice il ministro degli Esteri. Gentiloni: senza volontariato Italia sarebbe più povera

Condividi
Il tema del rapporto tra Ong e migranti continua a registrare nuove polemiche e apre divisioni nel governo.

"Io do cento per cento di ragione al procuratore Zuccaro, perché ha posto una questione vera". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a Taormina (Messina) rispondendo, a margine di una serie di incontri e sopralluoghi in vista del G7, ai cornisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del procuratore capo di Catania Carmelo Zuccaro sui rapporti tra alcune Ong e i trafficanti.

"Tutti coloro i quali devono sapere sanno che questo rischio c'è - ha aggiunto Alfano - Ha il cento per cento di ragione lui. Sono degli ipocriti e dei sepolcri un po' imbiancati tutti quelli che si indignano a comando. Cioè, se i magistrati dicono delle cose che a loro piacciono, allora i magistrati possono parlare; se dicono cose che a loro non piacciono, i magistrati devono stare zitti". Per il ministro Alfano "il procuratore Zuccaro non ha generalizzato, non ha sparato genericamente su tutte le ong, ma occorre andare fino in fondo e penso".

Gentiloni: senza volontariato Italia sarebbe più povera
"Dobbiamo essere grati per il lavoro delle organizzazioni dei volontari nel Mediterraneo e in tanti altri settori, senza il lavoro del volontariato l'Italia sarebbe più povera". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a Bruxelles, a margine del Consiglio europeo a 27, ai microfoni di Rainews 24. "Se poi ci sono da parte della magistratura delle informazioni specifiche, credibili e attendibili non sarà certo il governo a contrastare. Ma distinguiamo dal fatto che per noi l'attivita' delle organizzazioni di volontariato è preziosa. Ci sono traffici? La magistratura indagherà".

Orlando: forse Alfano a Interni era distratto
"Non credo si debbano sostenere le tesi del procuratore di Catania, bisogna sostenere le inchieste del procuratore di Catania e sulla base di queste trarre delle conclusioni. Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando. "Se Alfano è convinto che abbia ragione nel descrivere quel quadro di insieme che il procuratore indica, e che io non sono in grado di confutare, non essendomi occupato del tema, c'è da chiedersi perché non se n'è accordo quando faceva il ministro dell'Interno. Probabilmente - aggiunge - è una distrazione di Alfano".

Alfano: è Orlando che è assente da via Arenula
Immediata la replica del ministro degli Esteri. "Non cercavo la polemica col collega Orlando e mi sorprende la sua dichiarazione. Ho difeso il procuratore. Ho fatto la dichiarazione che avrebbe dovuto fare il Guardasigilli Orlando se non fosse assente da via Arenula". Così il ministro degli Esteri risponde. "Evidente - aggiunge - il Guardasigilli, ormai, è in campagna elettorale permanente ed è assente da via Arenula. Dunque, non ricorda che un ministro dell'Interno non parla delle inchieste dei magistrati".