Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Migranti-Sindaco-di-Lampedusa-Dichiaro-io-lo-stato-di-emergenza-6242aa53-8083-459e-bd66-1a04dd38e591.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Musumeci: in Sicilia emergenza senza tregua

Migranti, Sindaco di Lampedusa: "Dichiaro io lo stato di emergenza"

Nell'hotspot dell'isola oltre mille migranti. A complicare le cose c'è il fatto che il traghetto di linea che collega Lampedusa con Porto Empedocle e viceversa oggi non c'è. Stanotte è rimasto all'ancora di Porto Empedocle visto che è il suo giorno di riposo settimanale

Condividi
“E' una situazione ormai ingestibile. Se il governo non proclamerà lo Stato di emergenza per Lampedusa lo farò io”. Va dritto al cuore del problema il Sindaco di Lampedusa, Totò Martello.“L'hotspot non è più in grado di accogliere migranti -prosegue- la responsabilità di questa emergenza non può ricadere sul sindaco, sull'amministrazione comunale e sui lampedusani". Parole che non sono altro che la cronaca dell'ultima raffica di sbarchi nell'isola, tre nelle ultime ore, e della situazione nell'hotspot dell'isola.Attualmente la struttura ospita oltre mille migranti, dieci volte la capienza massima prevista.
 
 "Oggi non ci saranno trasferimenti in traghetto verso Porto Empedocle – sottolinea il sindaco Martello – e intanto i barchini provenienti dalla Tunisia stanno continuando ad approdare sull'isola".  Sette barchini, sono stati bloccati nella notte davanti a Lampedusa, a bordo c'erano complessivamente 203 tunisini. I migranti presenti sull'isola sono, al momento, 1.027. Un gruppo, gli ultimi arrivati circa una cinquantina, non sono stati neanche portati all'hotspot che è ormai in piena emergenza, ma è stato trattenuto sotto i gazebo del molo Favarolo. Aspettano di essere smistati.La prima conseguenza dell’hotspot sovraccarico, è che che i poliziotti, in servizio, hanno difficoltà a procedere all'identificazione dei migranti che sbarcano.  Le motovedette della Guardia costiera e della Guardia di Finanza hanno avvistato e agganciato, durante la notte, barchini con un minimo di 15 persone e un massimo di 55.

Prefettura al lavoro per trasferimenti da Lampedusa
La Prefettura di Agrigento è al lavoro per pianificare il trasferimento di una parte dei migranti ospiti dell'hotspot. Sull'isola di Lampedusa l'emergenza è massima, ci sono 1.027 extracomunitari. A complicare il tentativo di alleggerire la struttura di primissima accoglienza c'è però un fatto: il traghetto di linea che collega Lampedusa con Porto Empedocle (Ag) e viceversa oggi non c'è. Stanotte è rimasto all'ancora di Porto Empedocle visto che è il suo giorno di riposo settimanale.

Musumeci, in Sicilia emergenza senza tregua
"In Sicilia è emergenza senza tregua sugli sbarchi. E vorrei fosse chiaro che non si tratta solo di una emergenza sanitaria, per la quale la Regione sta facendo di tutto per assicurare la sicurezza dei cittadini siciliani e di chiunque arriva nell'Isola. C'è una emergenza politica senza precedenti: perché a parità di condizioni climatiche rispetto allo scorso anno gli arrivi aumentano in modo così sensibile? Io voglio dare atto degli sforzi di queste ultime ore. Ma adesso si tratta di gestire una emergenza e servono fatti!" Lo dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci."Nei mesi scorsi - prosegue il governatore - si sarebbe dovuto attivare un'azione politica i cui mancati effetti oggi li pagala Sicilia. E l'Europa? Zitta e silente. Lo ribadirò mercoledì alla commissione Schengen che mi audirà con i colleghi Santelli e Solinas. E ribadirò che intravedo occhi sgargianti in chi si sfrega le mani per gestire un nuovo business dell'accoglienza, che magari diventerà il business della quarantena. Così non si va lontano. Forse è il caso che un vertice in Sicilia lo convochi direttamente il premier Conte. Lo aspettiamo. Intanto oggi hotspot pieno a Lampedusa e migranti in arrivo a Pozzallo. A flotte e senza tregua".