Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Netanyahu-attacca-ban-ki-moon-incoraggia-il-terrore-86e971b0-397b-4ac9-9d0d-30567826585e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Scontro Israele-Onu

Netanyahu attacca Ban Ki-moon: "Incoraggia il terrorismo"

Il premier israeliano replica duramente alle affermazioni del segretario generale dell'Onu sulla condizione dei palestinesi, alla vigilia della Giornata della Memoria

Condividi
"I commenti del segretario generale dell'Onu incoraggiano il terrorismo". Così, citato dai media, il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha definito le affermazioni di Ban Ki-moon secondo cui "è nella natura umana per i popoli oppressi reagire all'occupazione".

Non c'è giustificazione - ha aggiunto Netanyahu - per il terrorismo. Gli assassini palestinesi non vogliono costruire una nazione: vogliono distruggere una nazione e lo dicono apertamente. Non uccidono per la pace e non uccidono per i diritti umani".

Ban Ki-moon aveva duramente criticato la prosecuzione della colonizzazione israeliana nella Cisgiordania occupata, dopo un 'congelamento' delle costruzioni. La "frustrazione dei palestinesi cresce sotto il peso di mezzo secolo di occupazione e di paralisi del processo di pace", ha detto rivolgendosi al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite durante un dibattito sul Medio Oriente. 

Dopo una tacita pausa di 18 mesi, infatti, il ministero della Difesa israeliano ha approvato la costruzione di 153 case per coloni della Cisgiordania, e nel giro di poche ore è giunta la dura reazione dal Palazzo di Vetro. Le attività di colonizzazione, ha aggiunto Ban Ki-moon, sono ''un affronto per il popolo palestinese e per la comunità internazionale''. Anche perché si corre il rischio ''che l'opzione dei due Stati svanisca per sempre''. 

La replica di Ban Ki-moon: "Mai incoraggiato la violenza"
"La dichiarazione del segretario generale dell'Onu parla da sola. Va da sé che Ban Ki-moon ha chiaramente condannato la violenza e non l'ha incoraggiata in alcun modo". Così il portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric, ha commentato con l'ANSA l'attacco di Benjamin Netanyahu.

L'"Intifada dei coltelli"
La Cisgiordania occupata, insieme con Gerusalemme e Israele, sono scosse dallo scorso ottobre da violenze che hanno provocato 159  morti palestinesi e 25 israeliani. Anche un americano e un eritreo hanno perso la vita nel corso della cosiddetta "Intifada dei coltelli". La maggior parte dei palestinesi uccisi sono autori di attacchi a militari e civili israeliani.