">  ">  ">
Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Obama-san-bernardino-rischio-radicalizzazione-ma-non-dobbiamo-lasciarci-terrorizzare-8caaa04a-7cac-4d26-ac01-7636b61b5606.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il discorso del sabato

Strage California, Obama: "Rischio radicalizzazione, ma non dobbiamo lasciarci terrorizzare"

 

Condividi
Non poteva che essere dedicato alla strage di mercoledì in California il discorso del sabato del presidente americano Barack Obama. "Le loro morti sono una tragedia assoluta, non solo per San Bernardino, ma per tutto il Paese" ha detto Obama nel messaggio del sabato. Nell'esprimere il cordoglio alle famiglie delle 14 vittime, il presidente Usa ha detto che "i nostri cuori sono con San Bernardino, un'altra comunità americana distrutta dalla violenza indicibile". 

Il presidente ha poi parlato del rischio radicalizzazione ma ha detto: "Non dobbiamo essere terrorizzati". "È possibile che questi due attentatori siano stati radicalizzati per compiere questo atto di terrore. Se così fosse, metterebbe in evidenza una minaccia su cui ci concentriamo da anni: il pericolo di persone che soccombono a ideologie estremiste violente". 

E ancora: "I killer hanno usato fucili d'assalto in stile militare per uccidere quante persone possibili. E questo ci ricorda che in America è troppo facile per le persone pericolose mettere le mani su un'arma". Il presidente americano è dunque tornato a chiedere una stretta sulla vendita delle armi. "Chi è inserito nella no-fly list può entrare in un negozio e acquistare un'arma. Questo è folle. Invito il Congresso a correggere la legge".

"Se sei troppo pericoloso per salire su un aereo lo sei anche, per definizione, per comprare una pistola", ha proseguito il presidente. "Potremmo non essere in grado di prevenire ogni tragedia ma, come minimo indispensabile - non dovremmo rendere più facile a potenziali terroristi o criminali mettere le mani su un'arma che potrebbero usare contro gli americani".