Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Olanda-uccisa-madre-legge-eutanasia-b08c14ff-c571-49c6-9ce5-b7c942d6a563.html | rainews/live/ | true
MONDO

Secondo la polizia è stata vittima di un omicidio

Olanda: giallo sull'assassinio della "madre" della prima legge sull'eutanasia

Il corpo dell'ex ministro della sanità olandese, Els Borst, è stato trovato a Bilthoven la sera di lunedì dieci febbraio. La procura in un comunicato: "I risultati dell'inchiesta mostrano che la morte è causata da un'azione criminale"

Condividi
Els Borst (Getty Images)
Olanda
L'ex-ministro della sanità olandese, Els Borst, promotrice nel 2002 della prima legge al mondo che autorizzava l'eutanasia, è stata uccisa. Il corpo è stato ritrovato nel suo garage, da un amico, la sera di lunedì dieci febbraio a Bilthoven. Secondo le indagini della polizia la donna di 81 anni è stata vittima di un omicidio. 

Nel comunicato diffuso dalla procura si legge: "I risultati dell'inchiesta mostrano che la morte è dovuta a un'azione criminale". I medici hanno concluso che le ferite trovate sul corpo hanno portato la donna alla morte, e dunque non si tratta di una morte naturale.

Els Borst era un medico, fu ministro della Salute olandese dal 1994 al 2002 e per due volte vicepremier con i Governi del laburista Kok. Faceva parte del partito Democrats 66, liberale, aderente all'Alde a livello europeo. Oggi i Democrats 66 sono all'opposizione del Governo Rutte. L'ex ministro favori' l'approvazione nel 2001 e poi l'entrata in vigore nel 2002 della prima legge al mondo sull'eutanasia. 

Nel 2012 in Olanda 4mila persone hanno scelto la morte per eutanasia che si può somministrare anche ai bambini con più di dodici anni.