Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Papa-francesco-chiesa-comunita-ospedale-7434210f-b4a8-4ce6-9f49-c078087ecb1e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il messaggio di Bergoglio

Papa Francesco all'Angelus: Chiesa sia 'comunità ospedale'

"Giovedì prossimo a Roma - ha ricordato il Papa dopo l'Angelus - vivremo la tradizionale processione del Corpus Domini. Alle 19 in Piazza San Giovanni in Laterano celebrerò la Santa Messa, e quindi adoreremo il Santissimo Sacramento camminando fino alla piazza di Santa Maria Maggiore. Vi invito fin d'ora - ha detto - a partecipare a questo solenne atto pubblico di fede e di amore a Gesù Eucaristia"

Condividi
Il Papa ha esortato a pregare per la Chiesa, perché sia "mistero di comunione" e "chiesa ospedale, comunità  ospitale, dove ogni persona, specialmente povera ed emarginata, possa trovare accoglienza e sentirsi figlia da Dio, voluta e amata". Lo ha detto all'Angelus, dopo aver invitato i presenti a fare a voce alta il segno della croce, sintesi del fatto che la vita cristiana è nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. I fedeli si sono segnati, e hanno anche applaudito il Papa. 

"Siamo chiamati a vivere non gli uni senza gli altri, sopra o contro gli altri, ma gli uni con gli altri, per gli altri, e negli altri". Questo, spiega il Papa, è il senso del mistero della Trinità.

"Cerchiamo, pertanto, di tenere sempre alto il 'tono' della nostra vita, ricordandoci per quale fine, per quale gloria noi esistiamo, lavoriamo, lottiamo, soffriamo; e a quale immenso premio siamo chiamati". E' l'esortazione del Papa durante l'Angelus, nell'ambito della spiegazione del mistero della Santissima Trinità che per i cattolici significa che Dio, Gesù e lo Spirito Santo sono un unico Dio ma tre persone. "La Trinità, come accennavo, - ha commentato papa Francesco - è anche il fine ultimo verso cui è orientato il nostro pellegrinaggio terreno. Il cammino della vita cristiana è infatti un cammino essenzialmente 'trinitario': lo Spirito Santo ci guida alla piena conoscenza degli insegnamenti di Cristo, e anche ci ricorda quello che Gesù ci ha insegnato. E Gesù, a sua volta, è venuto nel mondo per farci conoscere il Padre, per guidarci a Lui, per riconciliarci con Lui. Tutto, nella vita cristiana, ruota attorno al mistero trinitario e viene compiuto in ordine a questo infinito mistero". Da qui la esortazione a "tenere 'alto' il tono della nostra vita".

"Giovedì prossimo a Roma - ha ricordato il Papa dopo l'Angelus - vivremo la tradizionale processione del Corpus Domini. Alle 19 in Piazza San Giovanni in Laterano celebrerò la Santa Messa, e quindi adoreremo il Santissimo Sacramento camminando fino alla piazza di Santa Maria Maggiore. Vi invito fin d'ora - ha detto - a partecipare a questo solenne atto pubblico di fede e di amore a Gesù Eucaristia, presente in mezzo al suo popolo".

"Prima di finire - ha esortato - facciamo ancora una volta insieme il nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ricordando il mistero della Santa Trinità". Subito prima papa Francesco, ricordando i vari pellegrinaggi mariani nel mondo, ha citato in particolare quello degli uomini a Piekary, in Polonia, che, ha ricordato, "ha per tema: 'La famiglia: casa accogliente. La Madonna aiuti ogni famiglia ad essere 'casa accogliente'. Ci sono tanti polacchi in piazza - ha commentato - eh, tanti, fatevi vedere". E i polacchi hanno sventolato i loro striscioni.