Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Parigi-altri-2-arresti-vicino-ad-Aquisgrana-Kerry-annuncia-operazione-con-la-Turchia-per-frontiere-ec2516cb-4a49-4030-a885-290799da310b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Approvata la clausola per la difesa comune

Mosca schiera navi e missili con Parigi. Kerry annuncia operazione con la Turchia per frontiere

Ue in aiuto militare della Francia. Renzi: "Mettiamo in conto tutto, ma non si vince solo con le bombe". Continua la caccia agli attentatori: in fuga un nono terrorista. Preso il secondo artificiere. L'ottavo attentatore sarebbe stato visto sabato vicino allo stadio di Bruxelles. Cnn: trovato il telefoniono di un kamikaze

Condividi
Continua la caccia all'uomo per catturare i terroristi di Parigi. Si cerca un secondo fuggitivo - oltre a Abdeslam Salah - direttamente coinvolto negli attentati, si tratterebbe del nono terrorista individuato. Sono stati invece rilasciati i 7 fermati ad Alsdorf, vicino Aquisgrana. "Non abbiamo nessun elemento che metta queste persone in relazione con gli attentati di Parigi", ha detto un portavoce della polizia. 

Cnn: trovato il telefonino di uno degli attentatori
Nel corso delle indagini sulle stragi di Parigi, sarebbe stato trovato un telefono cellulare
che si pensa sia stato usato da uno degli attentatori. Lo riferisce la Cnn, citando fonti investigative e aggiungendo che nel telefono è stato trovato un messaggio: "Ok, siamo pronti".

Mosca e Parigi d'accordo per coordinare le azioni in Siria
Il presidente russo Vladimir Putin e il capo di stato francesce Francois Hollande concordano sulla necessità di coordinare le attività dei rispettivi ministeri della Difesa e dei servizi nel corso delle operazioni anti-terrorismo in Siria, ha reso noto l'ufficio stampa del Cremlino. I due capi di stato hanno parlato telefonicamente, scrive Interfax. Putin e Hollande proseguiranno il loro dialogo nell'incontro a Mosca il prossimo 26 novembre. Nei fatti i russi hanno già lanciato missili da crociera dalle loro navi nel Mediterraneo contro obiettivi a Raqqa. Lo rivela "Le Monde", dopo che nella notte caccia francesi hanno condotto nuovi raid contro la 'capitale' dell'autoproclamato califfato. 

Hollande: risposta spietata
"La nostra risposta deve essere spietata sia all'esterno che all'interno", ha ribadito il presidente Hollande, parlando alla conferenza generale dell'Unesco.

Gentiloni: in Siria serve transizione politica, russi fondamentali
"L'intervento russo ha avuto un impatto limitato sul piano militare, ma rilevante dal punto di vista politico", ha affermato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni al Senato. Poi ha spiegato che "in Siria serve una transizione politica per allontanare il dittatore Assad, Assad va allontanato senza che il vuoto che si creeerà venga riempito da Daesh, quindi con una transizione. I russi possono essere fondamentali nel contribuire a questa transizione politica".

Mogherini: Francia chiede aiuto, Ue risponde sì
"La Francia ha chiesto aiuto e l' Europa unita risponde sì". Così Federica Mogherini, assieme al ministro francese della Difesa Jean-Yves Le Drian, ha annunciato il sostegno "unanime" del Consiglio Difesa all'attivazione della clausola di difesa collettiva prevista dall'art. 42.7 del Trattato di Lisbona chiesta da Hollande.

Cos'è la clausola per la difesa comune
La "clausola per la difesa comune"  - per la prima volta ottenuta nella storia della Ue - è contenuta nell'articolo 42, al punto 7, primo articolo della 'Sezione 2' del Trattato di Lisbona. Dopo il via libera ministeriale di oggi, non sono previsti ulteriori passaggi nella procedura comunitaria trattandosi di una forma di solidarietà da concertare bilateralmente. Nel paragrafo 7, attivato dalla Francia, è scritto: "Qualora uno Stato membro subisca un'aggressione armata nel suo territorio, gli altri Stati membri sono tenuti a prestargli aiuto e assistenza con tutti i mezzi in loro possesso, in conformità dell'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite".

Renzi, in conto tutto ma armi non bastano
"Certo devi mettere in conto tutti i tipi di intervento", ma servono equilibrio, unità, il coinvolgimento della Russia di Putin e un'offensiva culturale nella sfida educativa perché non bastano "le azioni militari" per vincere la sfida contro l'Isis. Queste le dichiarazioni di oggi del premier Matteo Renzi.

Kerry, operazione con Turchia per frontiera
"Lo Stato Islamico sta perdendo territorio in Siria", ha assicurato il segretario di Stato Usa, John Kerry, dopo l'incontro col presidente francese, Francois Hollande, a Parigi. In Siria "c'è una chiara strategia in atto", ha sottolineato, spiegando di aver discusso col titolare dell'Eliseo "i passi significativi che riteniamo di poter compiere insieme in diverse aree per incrementare i nostri sforzi ed essere più efficaci”, ha detto Kerry, confermando che il presidente francese, François Hollande, si recherà a Washington la prossima settimana per incontrare Obama. Gli Stati Uniti lanceranno un'operazione militare congiunta con la Turchia per completare la messa in sicurezza della frontiera turco-siriana. Lo ha detto Kerry in un'intervista alla Cnn. 

L'ottavo attentatore sabato vicino allo stadio di Bruxelles
Il super ricercato Abdeslam Salah, l'ottavo terrorista di Parigi, sabato sera, sarebbe stato accompagnato nei pressi dello stadio Re Baldovino, dove oggi si sarebbe dovuta giocare la partita Belgio-Spagna. Lo scrive il giornale fiammingo Het Nieuswblad, citando fonti di intelligence belga.