Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Pillole-contraccettive-in-discesa-a-causa-della-crisi-0c6397e1-e361-4eb2-8ab3-35922330b645.html | rainews/live/ | true
SALUTE

Costo troppo elevato per una donna su 5 in Italia

Pillola contraccettiva diventa un lusso

La crisi economica ha avuto il suo effetto anche sull'uso dei contraccettivi: il costo delle pillole è diventato troppo caro e in Italia sempre meno donne la assumono 

Condividi
Il mercato della contraccezione ormonale è in calo in Italia. Nel 2013 le vendite di pillole sono calate di quasi il 5%.
“Anche a gennaio di quest'anno – ha spiegato Carlo Capo, branded director di un'azienda farmaceutica che produce anche contraccettivi - i dati sembrano confermare l'andamento del 2013. Nel 2011 la riduzione era stata dello 0,9% e nel 2012 dell’ 1,8%. Credo che a influire sia anche la crisi economica, oltre che un problema culturale".
 
Nella lista dei motivi sul perché l’universo femminile non prende contraccettivi orali troviamo: l’aumento del peso, il ricordarsi di prendere la pillola tutti i giorni, e anche il costo, troppo elevato per una donna su cinque.
 
L’Inghilterra è l’unico paese europeo dove la pillola è gratuita, e qui un quarto delle donne tra i 16 e i 49 anni la usa regolarmente; mentre in Italia solo il 16,2% tra i 15 e i 44 anni la assume, collocandosi  al 14^ posto in Europa, davanti solo a Spagna, Slovacchia, Polonia e Grecia.