Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Razzismo-ventenne-senegalese-accerchiato-e-picchiato-a-palermo-575fa931-b010-4298-92d8-39a5ade64d48.html | rainews/live/ | true
ITALIA

È accaduto nel centro della movida

Razzismo, ventenne originario del Senegal picchiato e insultato a Palermo

Condividi
Un ventenne palermitano, originario del Senegal, è stato aggredito in via Cavour, nel centro della movida di Palermo, verso la 1.30 da un gruppo di adolescenti. Secondo quanto denunciato dal giovane in questura, i violenti gli hanno sferrato un pugno in faglia gridandogli "negro di m., vai via". Soccorso dal 118, è stato medicato in ospedale e dimesso con 10 giorni di prognosi. 

Il ragazzo, aggredito a Palermo nel corso di un raid di stampo razzista, ha postato un messaggio sul proprio profilo Facebook, ringraziando le persone - in quel momento la strada era molto affollata - intervenute in suo soccorso: "Vi ringrazio ancora e urlo con voce alta che Palermo è una bellissima città, accogliente e antirazzista. Ci sono pochi stronzi ai quali consiglio di girare un po' il mondo e vedere come funzionano le cose. Sono veramente animali, troppo chiusi, essere nero o bianco che senso ha?". La vicenda è stata raccontata sui social. In un post di Ignazio Penna si legge che due giovani sono intervenuti in soccorso del ragazzo quando "si sono accorti che c'era una grande folla disposta a semicerchio, mentre al centro della carreggiata un giovane di colore veniva selvaggiamente picchiato da circa trenta adolescenti". Dopo l'intervento dei due "gli aggressori sono fuggiti, lasciando la vittima piena di lividi e con la faccia sanguinante. Una folla in giro per la movida non è riuscita a fare di meglio che assistere allo spettacolo". 

Lamorgese: massima attenzione
"Purtroppo sono episodi che su cui dobbiamo porre la massima attenzione, che stanno capitando sempre più spesso": lo ha detto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese commentando l'aggressione, a margine del premio Excellent 2020 che le viene assegnato stasera a Milano. "Ho sentito il prefetto. Ho mandato anche un messaggio di vicinanza" ha aggiunto.