Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Reggia-di-Caserta-ragazzi-si-tuffano-nella-fontana-di-Diana-e-Atteone-chiusa-l-area-17cd4113-42b1-4e61-97f8-17cb9d1c8cbd.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Vandali

Reggia di Caserta, ragazzi si tuffano nella fontana di Diana e Atteone: chiusa l'area

La fontana di Diana e Atteone trasformata in una piscina. E la Soprintendenza decide di chiudere l'area. Le foto-denuncia, pubblicate da una guida turistica su Facebook, mostrano alcuni ragazzi mentre si tuffano in una delle fontane storiche del Palazzo Reale borbonico, proclamato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco

Condividi
La Soprintendenza chiude la fontana di Diana e Atteone nella Reggia di Caserta, dopo la pubblicazione su Facebook delle foto di ragazzi che fanno il bagno nella cascata della fontana. Nelle foto, scattate da un gruppo di turisti toscani e pubblicate sulla pagina Facebook "Salviamo la Reggia di Caserta" a nome di Daniela Pisanti, si vedono alcuni ragazzi in costume che si tuffano e fanno il bagno nella parte alta della storica fontana di Diana e Atteone. "Alcuni ragazzi - spiega Enzo Zuccaro, funzionario della Sovrintendenza - arrivano anche dall'esterno del Parco della Reggia, nel quale entrano attraversando il bosco di San Silvestro".

"Nel Parco, che si estende per oltre 120 ettari - dice Angelo Donia, coordinatore della Uil-Pa nonché addetto alla vigilanza - sono in servizio al massimo sette custodi per turno. Un numero così esiguo che è quasi impossibile svolgere una vigilanza davvero efficace".