Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Renzi-alle-amministrative-si-vota-sui-sindaci-non-sul-governo-88e92807-dc1c-4585-bbd0-bb206a05dbaf.html | rainews/live/ | true
POLITICA

L'intervista

Renzi: alle amministrative si vota sui sindaci, non sul governo

Il premier al Tg1 parla anche del voto di ottobre: "E' un referendum sulla Costituzione, che definisce il futuro dell'Italia, non il Congresso del Pd" 

Condividi
Il risultato del voto di giugno non riguarderà il governo. A dirlo è Matteo Renzi. "Alle amministrative si parla di sindaci, di chi deve a mettere a posto le strade e governare i servizi, non di chi sta al governo del Paese", dice il premier al Tg1.

Referendum di ottobre non è congresso Pd
Poi Renzi parla del referendum di ottobre sulle riforme. "Questo è un referendum sulla Costituzione, che definisce il futuro dell'Italia, non il Congresso del Pd". E aggiunge: "Stavo quasi in pensiero che la minoranza del mio partito non avesse un pensiero critico verso di noi. Però credo che sia legittimo, non siamo un'azienda privata, non rispondiamo alla Casaleggio e associati, è normale che si discuta", spiega.

Non siamo la casta, se perdo vado a casa
"Non siamo la casta. Io non sono come tutti gli altri, che si aggrappano alla poltrona. Se perdo il referendum, con quale faccia posso continuare il mio lavoro?", ribadisce Renzi.

Otterremo il risultato anche su Irpef e cancelleremo Equitalia 
Il governo manterrà gli impegni su Irpef e Equitalia, assicura il premier. "Ci dicono sempre che è propaganda, però gli 80 euro li abbiamo fatti, l'abolizione dell'Imu, della Tasi, il costo del lavoro. Tutte misure rese possibili dal fatto che in Europa abbiamo ottenuto la flessibilità. Grazie alle nostre riforme ora siamo più credibili e abbiamo soldi da spendere. Otterremo anche il risultato sull'Irpef e cancelleremo Equitalia".

Continuare le battaglie internazionali di Pannella
Il modo migliore per rendere omaggio a Marco Pannella è "continuare le sue battaglie internazionali", secondo Matteo Renzi. Il premier ha spiegato: "Pannella ha combattuto moltissime battaglie - sui diritti civili, sulla giustizia, sulle carceri - però io sono particolarmente affezionato a quelle di natura internazionale, o transnazionale come diceva lui: contro la pena di morte, contro le mutilazioni genitali femminili, per la libertà religiosa. Sarà bello riuscire a rendergli omaggio continuando queste battaglie anche in sede di Nazioni unite".