Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Russia-Michele-Placido-inaugura-il-consolato-onorario-italiano-a-Celyabinsk-negli-Urali-9a9a2df3-e0a9-459c-82e4-6a681378714a.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il commissario Cattani sugli Urali

Michele Placido in Russia contro l'embargo: "Non faccio la guerra al mio amico Mikhalkov"

L'attore e regista inaugura il consolato onorario italiano a Celyabinsk, negli Urali, e promette di portare nella cittadina una collezione di film italiani

Condividi
Michele Placido, il celebre commissario Cattani de "La Piovra", ma anche il maggiore Bandura della coproduzione sovietico-italiana "Afghan Breakdown", protagonista tanto amato dai russi, ma soprattutto dalle russe, ha visitato la città di Celyabinsk in veste ufficiale. L'attore e regista ha accompagnato il console generale d’Italia a Mosca per inaugurare negli Urali il consolato onorario italiano.

Lo riferisce l’agenzia giornalistica russa NDNews.ru, con tanto di video realizzato durante l’incontro con il pubblico locale. Una telespettatrice locale, appassionata del cinema italiano, si è lamentata del fatto che soltanto a Mosca è possibile vedere qualcosa. Placido ha promesso di portare a Celyabinsk un’intera collezione di film italiani già la prossima primavera. L'attore, inoltre, ha anche parlato di un progetto teatrale e musicale congiunto che metterà in scena col regista e attore russo Nikita Mikhalkov.

Una battuta, in chiusura, sulle sanzioni economiche e l'embargo contro la Russia: "Ma vi pare  che se i tedeschi vogliono dichiarare guerra alla Russia, io debba andare a conbattere contro il mio amico Mikhalkov?". Infine, sorridendo: "A volte mi viene da pensare che gli americani facciano le guerre per poi farci i film e infine darsi gli Oscar".