Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Russiagate-Mueller-possibile-incriminare-Trump-a-fine-mandato-2aa0b13e-e131-45d1-aea3-e31b78c6f445.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'ex procuratore speciale testimonia al Congresso

Russiagate, Mueller alla Camera: "Possibile incriminare Trump a fine mandato"

Prove insufficienti su cospirazione Trump, "ma cospirazione e collusione non sono sinonimi". Valanga di tweet del presidente: "Dai Dem attacco illegale e sovversivo". E se la prende anche con il suo ex vice e il suo team 

Condividi

Donald Trump potrebbe essere incriminato dopo che lascia la Casa Bianca. Così al Congresso l'ex procuratore speciale del Russiagate Robert Mueller durante la sua testimonianza davanti alle commissioni giustizia e intelligence della Camera sulle conclusioni del suo rapporto riguardante le interferenze russe nelle elezioni Usa e i legami della campagna del tycoon con Mosca.

Prove insufficienti su cospirazione Trump, "ma cospirazione e collusione non sono sinonimi"
Nella sua testimonianza, Mueller ha detto di aver trovato prove insufficienti della colpevolezza del presidente nella cospirazione con i russi, ma ha sottolineato che cospirazione e collusione non sono sinonimi. Il rapporto non ha concluso che il tycoon non abbia ostruito la giustizia, ha ribadito Mueller,  ricordando che il presidente rifiutò di farsi interrogare.

Mosca interferì in modo ampio e sistematico
"La nostra indagine ha scoperto che il governo russo interferì nelle nostre elezioni in modo vasto e sistematico", ha detto Mueller, respingendo l'affermazione di un "totale esonero" del presidente Donald Trump nelle sue indagini: "Non è quello che il mio rapporto dice", ha affermato.

L'ex procuratore ha quindi precisato di non poter rispondere alle domande sulle origini delle indagini e sul dossier Steele (redatto da un ex spia britannica, pagato dai Dem e tra i primi atti che portarono agli accertamenti, ndr). L'ex procuratore ha detto anche che non commenterà alcuna azione presa dall'attorney general William Barr o dal Congresso.

Mie indagini mai limitate o ostacolate
Nella sua testimonianza alla Camera, Mueller ha detto che le sue indagini sul Russiagate non sono mai state limitate o ostacolate.

Trump: "Dai Dem attacco illegale e sovversivo"
"Così i democratici ed altri possono fabbricare illegalmente un crimine, tentare di dare la colpa ad un presidente innocente e, quando controbatte a questo attacco illegale e sovversivo al nostro Paese, la chiamano ostruzione?": è uno dei tweet di una raffica con cui Donald Trump, poco prima della testimonianza al Congresso dell'ex procuratore speciale del Russiagate Robert Mueller, attacca duramente lui, i dem e "la più grande caccia alle streghe nella storia Usa". 

Il presidente critica Mueller per i suoi presunti "conflitti di interesse", definisce (senza prove) un "never Trump" l'ex vice che ha voluto oggi al suo fianco e rimprovera il team di non aver indagato altri, tra cui Hillary Clinton, James Comey (il capo dell'Fbi da lui licenziato) e i due agenti 'amanti' dell'Fbi che si scambiavano sms contro il tycoon.