Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Scoperta-a-Roma-rara-dimora-del-VI-secolo-a-C-b31887c8-95f4-4206-b38d-a38d7a440ebf.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Archeologia

Scoperta rara dimora del VI secolo a.C., riscrive la storia urbanistica dell’antica Roma

La scoperta, avvenuta all'interno di Palazzo Canevari durante gli scavi di archeologia preventiva della soprintendenza, viene definita straordinaria per il buono stato della struttura e perché si riteneva che la zona fosse una necropoli

Condividi
di Carlotta Macerollo
I resti di una dimora arcaica dell'inizio del VI secolo a. C. sono stati rinvenuti sul colle del Quirinale, all'interno di Palazzo Canevari. La scoperta, avvenuta durante gli scavi di archeologia preventiva della soprintendenza, viene definita straordinaria per il buono stato della struttura e perché si riteneva che la zona fosse una necropoli.

"Questa antica abitazione situata all'interno dell'ex Istituto Geologico di palazzo Canevari - spiega Francesco Prosperetti, soprintendente per l’Area Archeologica di Roma- si presenta come una delle più importanti scoperte archeologiche avvenute negli ultimi anni e induce a rivedere le nostre conoscenze sullo sviluppo della città tra VI e V secolo a.C.".



La straordinaria importanza della scoperta della residenza arcaica sul Quirinale (coeva al circuito delle mura serviane) è legata al suo stato di conservazione e alla sua posizione, che testimonia l’estensione dell’abitato in un'area di Roma prima ritenuta di esclusivo uso funerario. La struttura è stata rinvenuta poche settimane fa durante gli scavi di archeologia preventiva della soprintendenza condotti all’interno dell’Istituto Geologico.