Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Scuola-Aula-Senato-ok-decreto-con-168-si-90-no-f8d11e04-17f1-4390-b91a-a3894bb44433.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Il Dl va alla Camera

Scuola, Aula Senato: ok al decreto con 168 sì, 90 no

Approvato l'emendamento interamente sostitutivo dell'articolo unico del disegno di legge in materia di funzionalità del sistema scolastico e della ricerca, che recepisce le modifiche proposte dalla Commissione, sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.

Condividi
Si' dell'Aula del Senato alla fiducia chiesta dal Governo sull'emendamento interamente sostitutivo del decreto legge sulla scuola. I voti a favore sono stati 168, i no 90 e un astenuto. Il sì alla fiducia rappresenta la contestuale approvazione del provvedimento che passa ora all'esame della Camera.

Oltre alla maggioranza, la fiducia era stata preannunciata in dichiarazione di voto dal gruppo Ala, i cosiddetti verdiniani. Assenti alla chiama i senatori a vita Giorgio Napolitano, Elena Cattaneo.

 L'articolo 1 del provvedimento stanzia 64 milioni di euro per proseguire gli interventi per il ripristino del decoro degli edifici scolastici e prevede, per lo svolgimento di attività di pulizia nelle scuole, la possibilità di far ricorso alle convenzioni Consip, anche nei territori in cui queste non siano attive, siano scadute o sospese. Mentre l'articolo 2 eroga un contributo di tre milioni per la stabilizzazione e il riconoscimento della Scuola sperimentale di dottorato internazionale Gran Sasso Science Institute (Gssi). Nel maxi-emendamento del Governo sono state riprese le modifiche approvate nel corso dell'esame in commissione Industria del Senato. Tra queste, misure in materia di assunzioni del personale docente per l'anno 2016/2017, assegnazione provvisoria, procedura per il pagamento delle supplenze, sostegno alle scuole paritarie per gli alunni con disabilità, incremento dei compensi ai commissari del concorso per docenti, estensione della card per consumi culturali agli studenti extracomunitari e revisione dell'Isee per i nuclei familiari con componenti con disabilità.