Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Segnali-positivi-Istat-si-rafforza-la-crescita-migliora-occupazione-3a1c2b53-07a8-488d-b2f7-8a4ad3a8e98e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

La nota mensile sull'andamento dell'economia

Segnali positivi dall'Istat: si rafforza la crescita, migliora l'occupazione

Nel mese di settembre, l'istituto statistico ha registrato un aumento significativo del clima di fiducia dei consumatori

Condividi
La crescita dell'Italia "torna ad aumentare" e fa presagire un'accelerazione nei prossimi trimestri. Lo afferma l'Istat nella sua consueta nota mensile sull'andamento dell'economia.

Più forti prospettive a breve termine
Le prospettive di crescita dell'economia italiana, sostenuta dal settore manifatturiero e degli investimenti, "appaiono favorevoli - continua l'istituto statistico - a settembre l'indice del clima di fiducia dei consumatori ha registrato un incremento significativo, trainato dai miglioramenti dei giudizi sulla situazione economica italiana e delle aspettative sulla disoccupazione".

Migliora lavoro giovani e donne
A proposito di lavoro, "prosegue il miglioramento dell'occupazione, che interessa anche i giovani e le donne". Ad agosto si è registrato un ulteriore aumento degli occupati (+0,2% rispetto a luglio), il terzo incremento congiunturale consecutivo. Su base annua, l'aumento degli occupati è dell'1,6%, corrispondente a 375 mila unità, di cui 167 mila di età inferiore ai 35 anni. Il tasso di occupazione è salito al 58,2% (+0,1%) con un aumento per tutte le classi di età a esclusione di quella 35-49.

Le reazioni
"È vero che si segnala un rafforzamento della crescita, ma siamo ancora ben lontani da quella di lungo periodo che servirebbe al Paese" ha dichiarato il presidente dell'Unione nazionale consumatori Massimiliano Dona, commentando i dati della nota mensile . Di diversa opinione il deuptato Pd Ernesto Carbone: "la ripresa si sta rafforzando con riflessi estremamente positivi sul fronte occupazionale. Le riforme del governo Renzi, a cominciare dal Jobs act, sono state decisive".