Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Sequestrate-due-scuole-pubbliche-abusive-a-Locri-1b599979-ecfa-4efe-b48e-557b2bf16197.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Reggio Calabria

Locri, sequestrate due scuole pubbliche "totalmente abusive"

Contestati truffa e abuso d'ufficio con l'aggravante mafiosa a funzionari ed ex amministratori del Comune di Locri e della Provincia di Reggio: avrebbero agevolato la cosca Cordì

Condividi

I carabinieri del Gruppo di Locri hanno sequestrato due immobili che ospitano l'Istituto statale d'arte e l'Istituto professionale statale per l'industria e l'artigianato, frequentati da circa 800 studenti, il cui ingresso stamane è stato bloccato dai militari, perché "totalmente abusivi". I carabinieri hanno anche eseguito 15 provvedimenti restrittivi, arresti e altre misure cautelari, su ordine della Dda di Reggio Calabria, accusate di truffa, abuso d'ufficio e frode nelle pubbliche forniture, reati tutti aggravati della modalità mafiose per i presunti rapporti degli indagati con la cosca di 'ndrangheta dei Cordì.

Coinvolti anche funzionari ed ex amministratori Comune Locri e Provincia Reggio
Sono coinvolti anche ex amministratori e funzionari del Comune di Locri e della Provincia di Reggio Calabria nell'indagine condotta dai carabinieri che ha portato stamattina al sequestro di due istituti scolastici nella cittadina jonica reggina. I provvedimenti eseguiti sono il frutto dell'articolata attività d'indagine avviata nel 2015 dal Nucleo operativo della Compagnia di Locri dei carabinieri.

Alle persone coinvolte nell'indagine viene contestata l'aggravante di avere agevolato la cosca Cordì della 'ndrangheta. Nella circostanza sono state, altresì, effettuate numerose perquisizioni personali e domiciliari anche nei confronti degli stessi indagati. Tra gli indagati, per lo più incensurati, ci sono anche liberi professionisti. I carabinieri hanno anche sequestrato beni riconducibili agli indagati per un totale equivalente di 12 milioni di euro.