Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Siria-G7-la-Russia-dia-prova-di-voler-trovare-una-soluzione-politica-4e4331af-a402-4cbf-8c5c-11fa75fc6187.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il documento finale del vertice a Lucca

Siria, G7: la Russia dia prova di voler trovare una soluzione politica

Condividi
I Sette riuniti a Lucca

"Se la Russia e' pronta a usare la propria influenza" per raggiungere una soluzione pacifica e condivisa della crisi in Siria, "noi saremo pronti a collaborare per la soluzione del conflitto nella ricerca di un accordo politico e a contribuire ai costi della stabilizzazione e della ricostruzione". Lo si legge nel documento finale che ha chiuso il vertice del G7 dei ministri degli Esteri a Lucca, largamente dedicato alla crisi siriana. "Chiediamo con forza alla Russia di farsi promotrice di un processo politico reale e genuino, in concordanza con la risoluzione 2254 delle Nazioni Unite", sottolinea il documento, "come anche di esercitare la sua influenza nei confronti del regime per giungere alla fine del conflitto, promuovere un autentico cessate il fuoco e promuovere il processo politico guidato dalle Nazioni Unite".

L'attacco americano di alcuni giorni fa "è stata una risposta calibrata, limitata e accurata", proseguono i Sette, "a un crimine di guerra". L'azione "è stata diretta contro obiettivi militari siriani direttamente collegati all'attacco chimico del 4 aprile, con lo scopo di impedire e prevenire la proliferazione e l'uso di letali armi chimiche" nel paese mediorientale, si legge. La tesi della bomba piovuta su una fabbrica non è dunque presa in considerazione. Per i Sette è chiaro che Assad ha commesso un crimine e Mosca non lo difenda contro l'evidenza.