Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Siria-ucciso-il-rapper-tedesco-che-aveva-lasciato-la-musica-per-combattere-Assad-842ba71e-214c-427d-82fc-db2f35b01c08.html | rainews/live/ | true
MONDO

Deso Dogg

Siria, ucciso il rapper tedesco che aveva lasciato la musica per combattere Assad

Metà tedesco metà ghanese, per anni era stato uno dei rapper della scena berlinese. Nel 2010 aveva lasciato la musica e abbracciato il jihad, preoccupando le autorità tedesche. Dal 2013 aveva scelto di combattere Assad insieme all'Isis

Condividi
Un fotomontaggio di al Jazeera
E’ finita anche la seconda vita di Denis Mamadou Cuspert. Dopo una carriera come rapper aveva deciso di partire per la Siria, come "combattente". Sotto lo pseudonimo di Abu Talha Al-Almani (Abu Talha il tedesco) aveva deciso di unirsi all’Isis, il sedicente stato islamico dell’Iraq e del Levante, per combattere contro il regime di Bashar al Assad. E oggi è morto.
 
Ad uccidere Deso Dogg, secondo quando riportano alcuni siti jihadisti, è stato un attentato dei militanti del fronte opposto, quelli del Fronte al Nusra.
 
Nato a Kreutzberg da madre tedesca e da padre ghanese, l’ex Deso Dogg si era convertito all’Islam solo di recente. Dal 2010 aveva abbandonato rap e vita mondana per trasformarsi in un predicatore estremista, considerato preoccupante da Berlino. Le autorità tedesche fanno sapere che è uno dei 20 cittadini tedeschi che hanno lasciato la Germania per combattere in Siria.