Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Strage-di-Bologna-Paolo-Bellini-rinviato-a-giudizio-14565f96-71ab-4edf-aca9-1ac35e9bb71c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Processo al via il 16 aprile

Strage di Bologna, Paolo Bellini rinviato a giudizio

A processo anche l'ex carabiniere Piergiorgio Segatel, per depistaggio, e Domenico Catracchia, per false informazioni al pm al fine di sviare le indagini

Condividi
Il Gup del tribunale di Bologna, Alberto Gamberini, ha rinviato a giudizio l'ex Avanguardia Nazionale Paolo Bellini, accusato di essere uno degli autori della strage della stazione di Bologna del 2 agosto 1980, in concorso con i Nar condannati e con Licio Gelli, Umberto Ortolani, Federico Umberto D'Amato e Mario Tedeschi, deceduti e ritenuti mandanti, finanziatori o organizzatori. Lo riferisce l'Ansa.

A processo anche l'ex carabiniere Piergiorgio Segatel, per depistaggio, e Domenico Catracchia, amministratore di condominio di immobili in via Gradoli a Roma per false informazioni al pm al fine di sviare le indagini. Il processo comincerà il 16 aprile.

La richiesta di rinvio a giudizio era stata avanzata dalla procura generale di Bologna, che ha avocato a sé l'inchiesta sul filone dei "mandanti", rappresentata dall'avvocato generale Alberto Candi e dai sostituti pg Nicola Proto e Umberto Palma.

Il sindaco di Bologna su Facebook
"Avanti, sempre al fianco dei familiari delle vittime!". Lo scrive su Facebook il sindaco di Bologna Virginio Merola, commentando la notizia. "Il giudice ha accolto le richieste della procura generale e delle parti civili, tra cui il Comune di Bologna", dice il primo cittadino, postando una foto dell'autobus 37, uno dei simboli della strage.