Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Sudan-al-Bashir-giura-per-quarto-mandato-669b1e23-f5aa-4e6b-a789-d37cf557f7ed.html | rainews/live/ | true
MONDO

La cerimonia a Khatoum

Sudan, al-Bashir giura per il quarto mandato

Sul presidente sudanese pesano le accuse della comunità internazionale per i crimini di guerra e le repressioni interne. Il conflitto in Darfur ha fatto 300 mila morti e 2 milioni di rifugiati

Condividi
Sudan, Omar al-Bashir (LaPresse)
È il giorno del giuramento in Sudan del presidente Omar al-Bashir, recentemente rieletto per il suo quarto mandato, nonostante le accuse della comunità internazionale per i crimini di guerra e le molteplici rivolte interne.    

Durante la cerimonia che si è svolta nella capitale Khatoum, al- Bashir ha promesso di combattere la corruzione e ha sottolineato la crescita economica del paese. Bashir ha anche offerto l'amnistia ai ribelli armati in cambio della loro disponibilità a intraprendere dei colloqui di pace.

Il presidente sudanese, che ha preso il potere con un colpo di stato islamico nel 1989, è stato accusato di genocidio davanti alla Corte penale internazionale. Le accuse fanno riferimento al conflitto in Darfur, che ha portato alla morte di 300 mila persone e ha fatto 2 milioni di rifugiati.