Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Terrorismo-Bruxelles-nuove-perquisizioni-a-Molenbeek-sulle-tracce-di-Salah-8fef7867-32ce-455f-94aa-887b0e8cf5d1.html | rainews/live/ | true
MONDO

Gli attentati di Parigi

Terrorismo, Bruxelles: nuove perquisizioni a Molenbeek sulle tracce di Salah. Due fermi

Due persone sono state fermate per essere interrogate durante le nuove perquisizioni a Molenbeek

Condividi
Cinque perquisizioni e due fermi. È il risultato delle operazioni effettuate stamattina a Bruxelles, nel quadro dell'inchiesta riguardante Mohamed Abrini e Ahmed Dahmani, i due sospettati di essere implicati nell'organizzazione degli attentati di Parigi del 13 novembre.

Due persone, quindi, sono state fermate per essere interrogate durante le nuove perquisizioni a Molenbeek, secondo quanto riferisce la procura federale belga. L'operazione ha riguardato anche un altro quartiere di Bruxelles, Saint-Josse-ten-Noode. 

Precisamente tre delle perquisizioni a Molenbeek e una di quelle a Saint-Josse-ten-Noode erano in relazione ad Abrini, mentre la quinta perquisizione, effettuata a Molenbeek, era in relazione a Dahmani.

La procura fa sapere che non ci sono stati "incidenti specifici" e che non fornirà altre informazioni sugli oggetti sequestrati né sull'identità dei fermati. Domenica un'altra operazione era stata compiuta a Molenbeek a seguito di una falsa informazione secondo cui Salah Abdeslam, ricercato per gli attentati di Parigi, poteva essersi nascosto in una casa della zona; quel blitz si era concluso senza fermi. Il Belgio l'allerta continua a restare al livello 3 su una scala di 4, per rischio di un attentato terroristico, e per questo continuano a esserci sicurezza rafforzata nelle scuole e presenza di polizia e militari per le strade.